Skip to Content
Condividi contenuti RSS
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Ricercatori di Berkley e della University of Illinois creano la cella FV a concentratore luminescente con le più alte prestazioni al mondo. Un breakthrough tecnologico sul quale la Casa Bianca ha scommesso 3 milioni di dollari e che apre la strada per celle solari low-cost che usano in maniera estremamente efficiente la parte alta dello spettro solare.
“L’Autorità per l’Energia deve fare un passo indietro sulla riforma delle tariffe di rete e delle componenti tariffarie a copertura degli oneri generali di sistema per i clienti domestici di energia elettrica”. Lo chiedono Adusbef, Codici Associazione Consumatori, Greenpeace, Italia Solare, Kyoto Club, Legambiente, WWF, che propongono dei correttivi.
QualEnergia.it organizza il 29 settembre a Roma un Workshop Tecnico di una giornata sulle possibili soluzioni tecnologiche rivolte a ridurre i consumi elettrici e termici di diverse tipologie di piccole e medie industrie, grazie ad interventi di efficienza energetica e all'utilizzo di impianti a fonti rinnovabili. Sconto per gli iscritti/paganti entro il 6 settembre.
L’obiettivo è fermare le trivellazioni off-shore per la ricerca di idrocarburi sulle coste italiane. Per questo è stata avanzata la proposta di abrogazione, tramite referendum, di una parte dell’articolo 35 del “decreto Sviluppo” coinvolgendo almeno cinque Regioni che però continuano a temporeggiare trattando con il Ministero dello Sviluppo economico.
L’obiettivo è fermare le trivellazioni off-shore per la ricerca di idrocarburi sulle coste italiane. Per questo è stata avanzata la proposta di abrogazione, tramite referendum, di una parte dell’articolo 35 del “decreto Sviluppo” coinvolgendo almeno cinque Regioni che però continuano a temporeggiare trattando con il Ministero dello Sviluppo economico.
In Gran Bretagna si sono proposti tagli degli incentivi al fotovoltaico di circa il 90%. Gran parte dell'industria è insorta, temendo che il colpo di mannaia ammazzi il solare nel Paese. Ma c'è anche chi sostiene che un abbandono rapido dei meccanismi di supporto possa rafforzare questa tecnologia anziché danneggiarla.
Il nuovo EPR francese non entrerà in funzione prima del 2018, con 6 anni di ritardo e costerà più del triplo di quanto previsto, annuncia EDF. Non va meglio al cantiere dell'unico altro EPR europeo, a Olkiluoto, in Finlandia. Il nucleare si conferma la tecnologia con il più alto rischio di progetto. In Italia, almeno questo, l'abbiamo scampato.
Il dato emerge dall'Anagrafe dell’Edilizia Scolastica, pubblicata per la prima volta. Gli edifici scolatici in Italia sono oltre 42mila, per il 55% costruiti prima del 1976 e hanno fondi pubblici per oltre 3,5 miliardi di € per finanziare gli interventi. C'è un potenziale enorme per migliorare l'efficienza energetica.
L'ultima certificazione del sorpasso economico delle fonti pulite sulle fossili arriva da un nuovo report curato da IEA e NEA. Ad esempio il costo di un MWh da fotovoltaico in Cina è oggi di 55 dollari, mentre la stessa quantità di energia ottenuta da una nuova centrale a gas costa ben 90 dollari e da una a carbone è di 74 dollari.
Ad agosto l’Italia ha consumato oltre 400 milioni di metri cubi di gas naturale in più rispetto allo stesso mese del 2014, cioè +15,5%. L’aumento della richiesta è imputabile soprattutto al termoelettrico (+35,7% rispetto ad un fa). Elevato è l'apporto del gas russo. Nei primi otto mesi 2015 la domanda cresce del 9,4% sullo stesso periodo del 2014. Sempre in calo la produzione.
Solo agendo su boiler elettrici e condizionatori si potrebbe tagliare dell'8% il picco di domanda, del 10-15% i costi del sistema e del 10-40% le bollette degli utenti domestici, mostra un report del Rocky Mountain Institute. La flessibilità si può perseguire in maniera cost-effective agendo anche sulla domanda anziché solo sulla produzione.
L’impianto solare di Varese Risorse, il primo in Italia per integrazione in una rete di teleriscaldamento, ha affrontato e superato con ottimi risultati la sua prima calda estate di funzionamento. Una resa effettiva del 23% superiore a quanto atteso da progetto e solo in parte imputabile alla maggiore disponibilità di risorsa solare.
La scoperta fatta dalla nostra partecipata pubblica nel mediterraneo egiziano è importantissima per l'Egitto e per l'ENI, ma va messa in prospettiva globale: le nuove riserve individuate, ancora solo potenziali, se sfruttate appieno accrescerebbero la disponibilità mondiale solo dello 0,48% e si esaurirebbero in soli 3 mesi di consumi mondiali.
Un progetto di produzione energetica molto discutibile e al tempo stesso innovativo: la riconversione della centrale a carbone di Drax, la più grande del Regno Unito, che fornisce il 7% dell’energia del paese. Verrà alimentata a biomassa, ma per la quasi totalità proveniente dall'America dal Nord, e si prevede che l'impianto sia riprogettato per la cattura e il confinamento della CO2.
Grazie al "Renewables Global Status Report" e a Ren21 proviamo a dimensionare il mercato mondiale delle rinnovabili e a visualizzare, attraverso alcune infografiche, l'andamento delle installazioni di queste fonti energetiche nell'ultimo decennio (2004-2014), che rappresenta il vero primo periodo di crescita di questi mercati.
Utilizzare il pellet per il riscaldamento riduce i costi unitari di energia almeno del 50% rispetto a impianti alimentati a gasolio e Gpl. Con la legna i costi si riducono del 70% circa. Minore è lo scarto con il metano. Utilizzando uno dei sistemi di incentivazione in vigore i tempi di ritorno dell'investimento diventano brevi. Un semplice esempio.
In Umbria, presso Alcatraz, l'associazione culturale di Jacopo Fo, si svolgerà dall’1 al 6 settembre il Festival delle EcoTecnologie e dell’Autocostruzione. Un' iniziativa per condividere e diffondere nuovi modi di pensare e utilizzare le tecnologie. Conferenze, dibattiti, laboratori e spettacoli su mobilità sostenibile, energia rinnovabile, case ecologiche, risparmio energetico, tecnologie dolci, open source, riuso e riciclo.
Crollo azionario, rallentamento del Pil e calo dell’uso del carbone e delle relative emissioni di CO2 in Cina sembrano fattori scollegati, ma sono invece molto connessi tra loro. Probabilmente è in atto una transizione verso la “nuova normalità”, ma questo ribilanciamento non è detto che sia un processo indolore. L'editoriale di Gianni Silvestrini.
Nel 2014 negli Usa sono stati installati quasi 5 GW eolici per un totale di 65 GW sui 372 GW mondiali. Questa fonte sta diventando la più economica del paese: il prezzo medio è sceso a soli 23,5 $/MWh. Dal 2017 questo boom però potrebbe arrestarsi per l'incertezza sugli aiuti federali al settore di fatto terminati a fine 2014.
Prorogato al 18 settembre il termine per partecipare al Premio che promuove i migliori Piani d'azione per l'energia sostenibile in Italia. Novità della quarta edizione di A+CoM è un Premio dedicato al monitoraggio dei risultati raggiunti dai Paes entrati in vigore negli anni scorsi.
Le quotazioni azionarie delle aziende del solare presenti nell'indice MAC Global sono state in difficoltà già nel corso dell’estate soprattutto per la presunta relazione tra redditività del solare e calo dei prezzi del petrolio. Oggi le forti turbolenze sul mercato azionario, soprattutto cinese ed asiatico, stanno influenzando negativamente ancora di più il valore di questi titoli.
Le PMI italiane in alcuni settori sono penalizzate dal costo dell'energia, eppure spesso ignorano il potenziale dell'efficienza energetica. In alcuni casi, con interventi che si ripagano in poco più di un anno, un'azienda può guadagnare fino al 16% sul margine EBITDA. Ne parliamo con Marco Chiesa dell'Energy & Strategy Group.
Luglio 2015 è stato il mese più caldo a livello globale da quando si registrano le temperature, cioè dal 1880. La media della temperatura della superficie terrestre e degli oceani è stata di 0,81 °C sopra la media dei mesi di luglio del 20° secolo. Anche i primi 7 mesi dell’anno sono stati quelli più caldi di sempre. I dati NOAA.
Per utilizzare il pompaggio come moderno ed efficiente sistema d'accumulo va modificato il mercato elettrico, permettendo ad esempio di alimentare le centrali di pompaggio con eolico o fotovoltaico, che hanno un costo marginale quasi nullo. Alcune soluzioni vengono proposte da G.B. Zorzoli in un articolo sulla rivista QualEnergia.
Sono bastati anche quest’anno meno di 8 mesi alla popolazione mondiale per utilizzare il budget naturale a sua disposizione. Il giorno di inizio del debito, l'Earth Overshoot Day, è stato il 13 agosto. Dal 14 agosto stiamo attigendo alle riserve del futuro. In pratica stiamo sfruttando di 1,6 volte le risorse naturali annuali del pianeta.
La temperatura media del mese, di 4 °C superiore a quella di luglio 2014, fa decollare produzione e consumi elettrici. Record della potenza massima richiesta: 59.353 MW il 21 luglio alle ore 16. Record mensile anche della produzione da fotovoltaico: quasi 3,2 TWh. Drastico calo dell'idroelettrico. Le rinnovabili a fine luglio hanno coperto finora il 36,4% dei consumi elettrici.


agenzia di comunicazione roma marketing roma