Skip to Content
Condividi contenuti RSS
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Lo schema di decreto legislativo di attuazione della Direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica contiene molti spunti positivi accanto ad alcuni elementi discutibili. Inoltre molti aspetti importanti sono rimandati a successivi provvedimenti. Alcune riflessioni di Gianni Silvestrini, direttore scientifico di QualEnergia, sul recepimento della Direttiva.
Nel 2013 il mercato secondario del fotovoltaico italiano ha fatto registrare una contrazione, ma per l'anno in corso è previsto un nuovo aumento delle transazioni, con prezzi in calo e una crescente attenzione all'ottimizzazione delle prestazioni degli impianti esistenti. L'analisi dell'Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano.
Quali sono le strategie dei maggiori player mondiali e le tendenze dell'industria delle fonti rinnovabili? Alessandro Marangoni, Irex Monitor e Ceo Althesys Strategic Consultants ci dà qualche anticipazione sulla seconda edizione dell’Irex International Report, che sarà presentata il 7 maggio a Solarexpo-The Innovation Cloud a Fiera Milano.
Il mercato della riqualificazione energetica di edifici pubblici e commerciali, a livello mondiale, raddoppierà entro il 2023, passando dai 68,2 miliardi di dollari del 2014 a 124,5. Lo prevede Navigant Research. Intanto in Italia per rendere più efficienti gli edifici pubblici il decreto di recepimento delle direttiva europea stanzia 541 milioni di euro.
Il mercato della riqualificazione energetica di edifici pubblici e commerciali, a livello mondiale, raddoppierà entro il 2023, passando dai 68,2 miliardi di dollari del 2014 a 124,5. Lo prevede Navigant Research. Intanto in Italia per rendere più efficienti gli edifici pubblici il decreto di recepimento delle direttiva europea stanzia 541 milioni di euro.
E' possibile presentare di nuovo domanda al fondo rotativo di finanza agevolata per la green economy della regione Emilia-Romagna: investimenti delle imprese per migliorare l’efficienza energetica e per lo sviluppo delle rinnovabili. Obiettivo è promuovere la nascita di nuove imprese.
Uno studio commissionato dal think-tank tedesco Agora Energiewende indaga su quale sia il modo più economico per decarbonizzare il sistema elettrico. Le conclusioni: eolico e fotovoltaico costano circa la metà rispetto a nuove centrali nucleari e CCS. Le rinnovabili meglio anche tenendo conto delle esigenze di bilanciamento che pongono al sistema.
Nei mari c'è un deposito di energia pari a 4000 volte quella necessaria all’umanità, sotto forma differenza di temperatura fra fondo e superficie. La tecnologia (OTEC) per sfruttarla era stata immaginata da Jules Verne a fine '800, realizzata negli anni '70 e poi accantonata. Ora l'interesse è tornato e si stanno per realizzare progetti per diversi megawatt.
L'Italia nel 2014 sarà un mercato da 1 GW. Quest'anno almeno 100 MW di impianti saranno realizzati senza alcun tipo di incentivo e negli anni successivi il volume salirà, prevede l'analista Ash Sharma intervistato da QualEnergia.it. Ma la crescita del FV non incentivato, avverte, potrebbe essere frenata dagli interessi delle utility.
Due nuovi studi confermano come si sia finora sottostimato il problema delle fughe in atmosfera di gas nelle fasi di estrazione e trasporto. Con un potere climalterante 33 volte superiore a quello della CO2, se si tiene conto delle perdite in atmosfera, il metano, specie quella da scisti, potrebbe non essere migliore per il clima rispetto ad altri combustibili.
Il nuovo rapporto IPCC descrive in modo inequivocabile la portata del rischio global warming in assenza di decise politiche di mitigazione. Le misure di contrasto finora non hanno rallentato la crescita delle emissioni. Necessario un forte incremento della produzione energetica low carbon. Non farlo comporterà costi economici molto più gravosi.
Confartigianato ha annunciato di aver presentato un ricorso al Tar Lombardia per eliminare gli sgravi agli energivori, finanziati, come sappiamo, dalle bollette di tutti. Per aiutare poche grandi aziende la Pmi tipo deve sborsare 684 euro in più l’anno - denuncia un dossier dell'associazione - e anche fiscalmente i piccoli sono penalizzati rispetto ai grandi.
Nel primo trimestre 2014 l'energia pulita ha attratto 47,7 miliardi di dollari di investimenti, il 10% in più rispetto allo stesso periodo del 2013. Merito soprattutto del fotovoltaico di piccola taglia in Giappone e negli Stati Uniti e della crescita registrata nei Paesi emergenti, mentre in Europa il calo continua. Gli ultimi dati Bloomberg New Energy Finance.
La riduzione media registrata nel periodo 2008-2012 è del 4,6%, a fronte di un impegno nazionale di -6,5% rispetto al 1990. Possiamo farcela, ma solo grazie ai meccanismi di compensazione. Le rinnovabili hanno fatto la loro parte, ma il calo delle emissioni è in gran parte legato alla crisi. Gli ultimi dati sulle emissioni presentati dall'ISPRA.
Con la contrazione del mercato nazionale le imprese italiane del fotovoltaico si stanno muovendo verso nuovi lidi: il 18% di quelle attive nei segmenti moduli, inverter e sviluppo impianti a fine 2013 ha ottenuto oltre il 10% del proprio fatturato all'estero. Il Solar Energy Report dell'E&S Group illustra i mercati più frequentati e quelli più attraenti.
Una Guida ENEA-FIRE fa il punto sui contratti di prestazione energetica e il Finanziamento Tramite Terzi per progetti di efficienza nella Pubblica Amministrazione. Sarà presentata il 7 maggio nel convegno di Solarexpo, “EPC: i Contratti a prestazione garantite per la riqualificazione energetica di edifici e processi industriali”.
Quali sono le nuove strade del fotovoltaico nella fase post-incentivi? La 'Convention Itinerante' di Tecno Spot ha l'obiettivo di fornire le risposte agli operatori del settore attraverso 9 appuntamenti in tutta Italia dedicati alle novità tecnologiche, fiscali e normative. Un video di presentazione realizzato da Qualenergia.it durante una delle tappe del tour.
Funzionano grazie ad app per smartphone, hanno costi bassi, permettono di prelevare e poi lasciare la vettura in qualsiasi luogo, funzionano 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e consentono noleggi anche solo di qualche minuto. A Roma e a Milano i nuovi modelli di car-sharing iper-flessibile che promettono di cambiare il nostro rapporto con l'auto privata.
Gli accumuli saranno un componente fondamentale per molti sistemi a rinnovabili, come il fotovoltaico, per aumentare l'autoconsumo di famiglie e imprese. Costi, incentivi, installazione, gestione, impatto per la rete. Abbiamo intervistato su questi aspetti l'ing. Luigi Mazzocchi di RSE, chairman di un convegno a Solarexpo-The Innovation Cloud.
Il Governo presenta le nomine per le grandi controllate pubbliche. Come a.d. di Eni c'è il nome dell'attuale d.g. E&P Claudio Descalzi affiancato alla presidenza dall'ex presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. Per Enel, Franceso Starace, attuale a.d. di Enel Green Power, con alla presidenza Patrizia Grieco, ex presidente Olivetti. Per Terna la presidenza a Catia Bastioli.
La cosiddetta Nuova Sabatini o Sabatini bis offre un'agevolazione importante anche per installare nelle PMI piccoli impianti di fotovoltaico, micro-eolico, cogenerazione, riscaldamento e condizionamento. Gli avvocati dello Studio legale Macchi di Cellere Gangemi ci spiegano in sintesi come funziona l'incentivo e come va considerato ai fini fiscali.
Il libro curato dal professor Andrea Gilardoni fornisce una visione sistematica e complessiva delle tematiche di gestione delle imprese nel settore dei servizi pubblici. Un utile strumento per introdurre al tema delle Public Utilities sia gli studenti universitari che politici, amministratori, bancari, finanziari e giuristi.
Nonostante investimenti in calo, le rinnovabili, grande idroelettrico escluso, hanno costituito il 44% della nuova potenza installata nel 2013, fornendo l'8,5% dell'elettricità mondiale. Al netto delle sostituzioni per decommissioning le rinnovabili hanno attratto circa il doppio di investimenti rispetto alle fossili. I dati del "Global Trends in Renewable Energy Investment 2014".
Carbone propagandato come soluzione per la povertà energetica? Per il WWF è pubblicità ingannevole. L'associazione ambientalista ha denunciato alla Giuria dell’Etica Pubblicitaria del Belgio la pubblicità del gigante del carbone Peabody pubblicata nell’edizione europea del Financial Times. "Cercare di ‘vendere’ il carbone ai poveri come soluzione per un percorso di vita migliore e più sano, è socialmente irresponsabile e moralmente sbagliato."