Skip to Content
Condividi contenuti RSS
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

A livello di Unione Europea siamo a meno di quattro punti percentuali dall'obiettivo del 20% al 2020. Nove Paesi, tra cui l'Italia, già alla fine dell'anno scorso avevano superato l'obiettivo nazionale posto per fine decennio, mostrano i dati Eurostat. Obiettivo 2030 troppo modesto?
La Commissione UE ha deciso che i dazi anti-dumping attualmente in vigore per i prodotti fotovoltaici Made in China si pagheranno anche su quelli importati da Malesia e Taiwan. I cinesi, si spiega, usano i due Paesi per trasbordi volti ad eludere la misura protezionistica europea. Esentate 21 aziende taiwanesi e 5 malesi.
I vessel, cioè i contenitori di acciaio che ospitano gli elementi di combustibile nucleare e l’acqua di raffreddamento ad alta pressione, di due reattori in due diverse centrali atomiche in Belgio registrano migliaia di difetti nel metallo che potrebbero indebolire pericolosamente la struttura. Ma le autorità nazionali hanno deciso di non fermare gli impianti.
Sfuma l'ipotesi di accorpare referendum su estrazione di idrocarburi e primo turno delle elezioni amministrative: il Consiglio dei Ministri ha infatti fissato al 17 aprile la data della consultazione. Delusione del fronte ambientalista che si appella al presidente della Repubblica.
Sfuma l'ipotesi di accorpare referendum su estrazione di idrocarburi e primo turno delle elezioni amministrative: il Consiglio dei Ministri ha infatti fissato al 17 aprile la data della consultazione. Delusione del fronte ambientalista che si appella al presidente della Repubblica.
La Corte Suprema degli Stati Uniti ha disposto una sospensione temporanea del Clean Power Plan, il piano per il settore elettrico che è il principale strumento degli Usa per tagliare la CO2. Lo stop in attesa di una decisione sulla legge. Sono a rischio transizione e impegni internazionali sul clima?
Intervista a Vincenzo Balzani, professore emerito all’Università di Bologna e divulgatore scientifico sui temi energetici. Le contraddittorie e conservatrici politiche energetiche e industriali, la poca attenzione della stampa alle tematiche ambientali, la necessità di un cambio culturale.
Il nostro Paese sta ancora discutendo su come disciplinare la certificazione ambientale di stufe e caldaie domestiche a pellet e legna. E in un quadro normativo molto frammentato, il turnover tecnologico verso gli impianti più efficienti e meno inquinanti non riesce a decollare come potrebbe.
Nel 2015 il 44% della nuova potenza elettrica installata nell'UE è venuta da impianti eolici: il vento sorpassa l'idroelettrico e diventa la terza fonte per capacità cumulata, dietro a gas e carbone. Nelle nuove statistiche EWEA il cambiamento del mix elettrico europeo degli ultimi 15 anni.
Esempio di configurazione impiantistica adatta ad una piccola azienda di carpenteria meccanica e lavorazioni metalliche con consumi tra 10-20 MWh/anno e con picchi di assorbimento di 10-15 kW: un impianto fotovoltaico, una piccola batteria per le piccole utenze elettriche e un solare termico per la produzione di acqua calda.
“È il tempo della democrazia energetica”. L'autrice di "This Changes Everything", "Shock Economy" e "No Logo" parla del nuovo manifesto per per una società più giusta, sostenibile e al 100% a energia rinnovabile. Un documento made in Canada ma che piace ai movimenti di tutto il mondo.
Le nuove modifiche alle tariffe elettriche per i clienti in alta e altissima tensione introdotte con il 'Milleproroghe' favoriscono i grandissimi consumatori di energia a scapito degli impianti di autoconsumo elettrico e di chi ha fatto investimenti in efficienza elettrica. In contrasto con la normativa europea.
Una mappa con i pericoli che corrono i vari comuni italiani e le strategie di adattamento per rispondere all’emergenza climatica in “Le città italiane alla sfida del clima”, nuovo dossier di Legambiente in collaborazione con il ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare.
Monitorare la produzione del proprio sistema fotovoltaco è importante per diagnosticare eventuali malfunzionamenti ed evitare ovviamente perdite economiche, ma spesso per i piccoli impianti non viene fatto. Un progetto di EURAC aiuta i proprietari di impianti FV residenziali a capire se la loro produzione è regolare.
Un'utility tedesca dà incentivi per la ricarica di mezzi elettrici quando la domanda è scarsa rispetto alla produzione. Si moltiplicano i progetti per usare batterie automotive giunte a fine vita come accumuli stazionari. La mobilità elettrica sarà un ingrediente della rete intelligente.
Entro il 30 aprile i soggetti obbligati devono nominare l'energy manager. Come calcolare se i consumi di un'azienda le impongono la nomina? Come si nomina l'energy manager e che ruolo ha? Che differenza c'è con la figura dell'EGE? Facciamo un po' di chiarezza con Dario Di Santo, presidente della Federzione Italiana per l'uso Razionale dell'Energia.
I pannelli a parete elettrici si scaldano a 60-80 °C, irraggiano la loro energia nell’infrarosso, senza produzione di luce visibile e con una efficienza piuttosto elevata. C’è un interesse crescente per questa soluzione di riscaldamento degli ambienti, ma quali sono i benefici, gli svantaggi e i costi?
La tassa servirebbe a finanziare un ambizioso piano da 300 miliardi di $ per tagliare le emissioni del settore trasporti negli Usa, compresi 20 miliardi all'anno per il trasporto pubblico. Difficilmente la proposta si concretizzerà, ma riporta nel dibattito la tassazione dei combustibili fossili.
Gravissima è la decisione del Parlamento europeo di non porre il veto sulla proposta della Commissione che consente emissioni di NOx più che raddoppiate al 2020 per i veicoli diesel. Serve ora una forte risposta che parta dai centri urbani e spingere per la mobilità elettrica.
Il 2016 vedrà operativi sia la nuova edizione del Conto Termico sia l’ennesima conferma delle detrazioni fiscali per gli interventi di efficienza energetica. Ma quale tra i due meccanismi incentivanti risulta più conveniente per un utente interessato al solare termico?
Un emendamento nel Milleproroghe porta da 5 a 6 anni l'estensione del periodo incentivato per i vecchi impianti a biomasse, biogas e bioliquidi sostenibili concessa con la Legge di Stabilità. Un regalo da circa 100 milioni di € l'anno a spese dei consumatori e dei nuovi impianti a fonti rinnovabili.
Il Collegato Ambientale in vigore dal 2 febbraio modifica il Codice degli Appalti: è ora obbligatorio l’inserimento dei criteri minimi ambientali nelle gare d'appalto per l’acquisto di alcune categorie di beni e per l’affidamento di determinati servizi. Una sintesi delle novità e tutti i riferimenti normativi.
Con la scusa di individuare preventivamente le aree non idonee all’installazione di impianti rinnovabili, le istituzioni regionali siciliane bloccano ancora una volta l'eolico sull'isola. La mappatura però è attesa da anni. C'è anche chi attende l'autorizzazione dal 2006.
In audizione alla Commissione Ambiente Senato ANIE Energia mostra quello che possono fare rinnovabili e sistemi di accumulo per lo sviluppo energetico delle isole minori non connesse alla rete. Ma per cogliere questa opportunità il quadro legislativo va completato. Il documento di ANIE.
A partire dall’11° anno di incentivazione, il GSE tratterrà dalle tariffe incentivanti dei primi tre e di parte del IV Conto Energia una quota a garanzia della gestione dei rifiuti per i pannelli fotovoltaici. La somma verrà restituita una volta accertato l’avvenuto adempimento degli obblighi previsti dal D.Lgs 49/2014.
Nel 2015 gli investimenti in parchi eolici offshore sono raddoppiati rispetto all'anno precedente, con oltre 3 GW di nuova potenza. Gli impianti sono tutti in Germania, Regno Unito e Olanda. Cresce del 13%, a 4,2 MW, la taglia media delle macchine. C'è poi chi chi vuole realizzare una turbina gigante: da 50 MW.


agenzia di comunicazione roma marketing roma