Skip to Content
Condividi contenuti RSS
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Ha elaborato questo scenario un centro studi governativo cinese. Le rinnovabili entro il 2050 potrebbero coprire il 60% dei consumi totali, costantamente ridotti e in gran parte spostati verso il vettore elettrico. La Cina riuscirebbe a ridurre le sue emissioni di CO2 dal 2025. Rinnovabili e veicoli elettrici farebbero crescere il Pil del 9%.
Un impianto solare termico con tutto l’accumulo di acqua necessario al fabbisogno giornaliero contenuto nel collettore. L’impianto non richiede un serbatoio separato e neanche l'antigelo. Il pannello ha una camera d’aria termoregolata. Un impianto semplice ed efficiente a servizio di una casa in legno in classe energetica A+. Sinergia vincente, soprattutto per il portafoglio dell’utente.
Secondo IHS nel 2015 si installeranno circa 57 GW. La società di consulenza pubblica anche la classifica dei principali produttori di moduli: 7 su 10 sono aziende cinesi, che beneficiano anche del fatto che il loro mercato domestico è diventato il più grande al mondo. Trina Solar scalza Yingli Green Energy dal primo posto.
Impegni volontari e inviti all'azione per la COP21 di Parigi nella lettera spedita ai leader mondiali dagli amministratori delegati di 43 grandi aziende, con un fatturato totale di 1.200 miliardi di $. Unica italiana è Enel, che conferma la svolta verde, ma continua a far parte anche di lobby ancora decisamente poco attente a clima e rinnovabili.
Impegni volontari e inviti all'azione per la COP21 di Parigi nella lettera spedita ai leader mondiali dagli amministratori delegati di 43 grandi aziende, con un fatturato totale di 1.200 miliardi di $. Unica italiana è Enel, che conferma la svolta verde, ma continua a far parte anche di lobby ancora decisamente poco attente a clima e rinnovabili.
Le rinnovabili nel sistema elettrico italiano. Questo il tema del nuovo Rapporto Annuale Irex realizzato dagli economisti di Althesys. Il calo degli investimenti domestici, la crescita di quelli italiani all'estero, il consolidamento dell'effetto peak shaving del fotovoltaico sul PUN e alcune ipotesi per obiettivi ambiziosi nello sviluppo delle rinnovabili al 2020-2030.
È la previsione dell'Autorità presentata in Commissione Industria del Senato nell'ambito dell'indagine conoscitiva sui prezzi finali di elettricità e gas. I clienti domestici italiani pagano l'elettricità meno che negli altri Stati europei, grazie alla tariffa progressiva, destinata ad essere superata.
Un fondo nazionale in attesa del decreto attuativo, un modello di contratto di rendimento energetico allo studio, modifiche in vista al Conto termico: così il Governo spera di favorire le misure per la riqualificazione del patrimonio edilizio, puntando a ridurre i consumi di elettricità e calore. Intervista a Mauro Mallone del Ministero dello Sviluppo Economico.
Nuovi dati mostrano l'incoerenza della World Bank: mentre si dichiara pubblicamente contro i sussidi alle fossili e a favore di un carbon tax, ha aumentato le risorse destinate a progetti legati a petrolio, gas e carbone. Nel 2014 alle fonti fossili 3,3 miliardi di $, pari al 34% del totale, la fetta più grande dei fondi per l'energia.
In quali situazioni per avere riscaldamento e condizionamento estivo la soluzione migliore è una pompa di calore? Come orientarsi tra le varie tecnologie? Quali i costi e in quanto si rientra dell'investimento? Quale l'incentivo più conveniente: ecobonus o conto termico? I ricercatori dell'Energy & Strategy Group ci rispondono conti alla mano.
Lo dice il monitoraggio di Confcommercio su negozi, supermercati, ristoranti e alberghi. Con una flessione del 2,7% in questo trimestre si è tornati ai livelli del 2012. Cala soprattutto la 'componente energia', mentre cresce il peso degli oneri. Ma sul medio termine RSE prevede aumenti legati al costo dell'energia e oneri in calo.
Cosa spinge milioni di persone a ritenere che la loro unica salvezza sia fuggire dai luoghi di nascita? Sacche devastanti di povertà strettamente legate alle guerre per l’accaparramento delle risorse energetiche e naturali e alla crisi climatica. E la comunità internazionale resta ferma alla ricerca di improbabili soluzioni multilaterali.
Il provvedimento permetterebbe di sanzionare duramente coloro che hanno perpetrato negli anni danni ambientali, operando nel totale disprezzo della legge e contando su inadeguati strumenti di contrasto. Ora il ddl sugli ecoreati va approvato in maniiera definitiva alla Camera così com'è. L'appello firmato da 25 associazioni.
Quanto tempo ci vorrà prima che le fonti convenzionali diventino marginali e le rinnovabili maggioritarie? In risposta a chi ritiene una rivoluzione energetica in tempi brevi sia “wishful thinking”, Michael Klare, docente di storia dell'energia all'Hampshire College, spiega perché la trasformazione in atto sarà molto più rapida delle precedenti.
Diversi segnali mostrano come il mondo dell'energia stia cambiando rapidamente, ma per disinnescare il rischio della bolla del carbonio ed accelerare la transizione è fondamentale disinvestire dalle azioni di società che operano nel settore delle fossili a favore dell’impegno nell’efficienza e nelle rinnovabili. L'editoriale di Gianni Silvestrini.
Dirigibili stratosferici come piattaforma multiuso, per trasporto, telecomunicazioni, sorveglianza e produzione energetica, sfruttando lo spazio atmosferico sopra le nuvole. Il professore di fisica tecnica Antonio Dumas ci spiega il progetto nato con un finanziamento europeo da 5 milioni di € nel quadro del programma di ricerca Horizon 2020.
Il 20 aprile del 2010 esplodeva nel Golfo del Messico la piattaforma petrolifera della BP. Per 106 giorni furono sversate in acqua oltre 500mila tonnellate di petrolio. Pochi giorni fa l'incidente sulla piattaforma della compagnia messicana Pemex. E oggi per Italia e Croazia trivellare nei nostri mari è ancora un simbolo di progresso.
Una coalizione di 60 investitori istituzionali chiedono alla Security and Exchange Commission, il controllore del mercato azionario staunitense, di imporre alle compagnie delle fossili la pubblicazione di informative chiare sui rischi che i loro asset potrebbero correre con l'approvazione di politiche che puntino a frenare il cambiamento climatico.
In Italia ci sono sempre più impianti a fonti rinnovabili, ad alta efficienza e teleriscaldamento. Questo processo intacca però ancora pochissimo i consumi di gas, mostrano i dati di REF-E. Il cambiamento accelererà nei prossimi anni, con un ruolo crescente di teleriscaldamento e cogenerazione, che si integreranno con la smart-grid elettrica fornendo servizi di flessibilità.
Mentre le associazioni, i cittadini e gli studenti della Basilicata protestavano contro lo Sblocca Italia e chiedevano alla Giunta Regionale di impugnare le nuove norme dinanzi la Corte Costituzionale, così come hanno fatto sette altre Regioni, era già in atto una trattativa tra Regione Basilicata e compagnie petrolifere, dai risvolti noti e meno noti.
Il costo aggiuntivo del kWh da fotovoltaico con storage rispetto a quello da FV in 5 anni calerà di 7 volte, e il FV con accumulo sarà ampiamente in grid parity. Ma la diffusione delle batterie inizialmente sarà spinta, più che dall'autoconsumo, dal fatto che queste, limando i picchi, permetteranno agli utenti di ridurre la potenza impegnata.
Nel 2013 la nuova potenza elettrica installata nel mondo da rinnovabili è stata di 143 GW contro i 141 GW da fonti fossili. Il dato fornito da Bloomberg New Energy Finance potrebbe segnare il punto di svolta nella transizione energetica globale, considerando che le previsioni parlano di un'accelerazione di questo "shift" entro il 2030.
Una strada per ristrutturare gli edifici comunali aggirando l'ostacolo del Patto di Stabilità è quella di stipulare un contratto di rendimento energetico con una ESCo, in modo da far fare i lavori e tagliare le spese energetiche senza che l'ente locale debba anticipare denaro. L'esperienza di Busseto, in provincia di Parma, mostra come si può fare.
Produzione e consumi sostenibili, ambiente, energia, pace e giustizia sociale fanno parte di uno stesso scenario che coinvolge tutto il creato, spiega il Cardinale Peter Turkson, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, intervistato dalla rivista QualEnergia. Turkson è incaricato di coordinarne i lavori della nuova Enciclica sull'ambiente voluta da Papa Francesco.


agenzia di comunicazione roma marketing roma