Skip to Content
Condividi contenuti RSS
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Raggiunto un accordo preliminare tra Parlamento e Consiglio UE sul regolamento per la gestione dei suoli e dei boschi negli Stati membri. Previsto un “obiettivo zero” per pareggiare i rilasci e gli assorbimenti di anidride carbonica al 2030. I punti critici del pacchetto legislativo.
Continua in Italia il calo della produzione elettrica da rinnovabili. Secondo i dati di Terna a fine novembre: 95,7 contro 99,7 TWh del 2016. Sulla produzione di elettricità le rinnovabili coprono il 36,8%. A novembre 2016 questa quota era al 39,2%. Il FV in crescita del 14,7%, ma prosegue l'emorragia di TWh da idroelettrico.
Con una nuova delibera, l'Autorità ha rinviato di un anno la terza fase della riforma della tariffa elettrica, ma ha introdotto anche un cambiamento su chi dovrà pagare i...
Ricercatori del MIT hanno sviluppato una mappa basata sui dati satellitari, per individuare quali tecnologie FV conviene installare nelle diverse aree del Pianeta. Quanto i...
Non saranno soggetti alla nuova procedura preliminare nemmeno i gasdotti, gli oleodotti e gli impianti per il trattamento dei combustibili nucleari. La bozza del decreto e le...
Mentre in Campania, Lazio e Liguria sono ormai scaduti i termini per i Comuni di adeguarsi al regolamento, in Emilia Romagna e Puglia la deadline è a fine di quest'anno, in...
C'è tempo fino al primo febbraio 2018 per partecipare alla prima asta 2018 indetta dal gestore di rete tedesco Bundesnetzagentur. Il gestore ha poi in programma un'asta tecnologicamente neutra per l‘assegnazione di potenza fotovoltaica ma anche per l'eolico onshore.
Archivio di lavoratori esposti all’amianto, più controlli, procedure uniformi regionali per la rimozione e lo smaltimento di piccole quantità di materiale. Queste sono alcune delle disposizioni del nuovo piano di bonifica amianto dell'Emilia Romagna.
La piattaforma fungerà da punto d'incontro delle parti che partecipano alla transizione energetica, interessando settori come la trasformazione strutturale, la diffusione delle tecnologie per le energie rinnovabili, l'ecoinnovazione e le tecnologie avanzate basate sul carbone.
Secondo un nuovo studio di Carbon Tracker, da qui al 2030 quasi tutti gli impianti alimentati a fossili “sporche” non saranno più in grado di generare profitti. Tuttavia, ancora oggi l’Europa continua a finanziare le centrali più obsolete e inefficienti, anche a causa delle storture del mercato ETS.
Ecco come le Commissioni parlamentari europee congiunte ITRE (Industria ed Energia) ed ENVI (Ambiente) hanno approvato alcune modifiche importanti che si vorrebbero apportare al testo del Regolamento Ue sulla Governance dell’Unione dell’energia proposto dalla Commissione Europea. Le proposte dovranno essere votate dal PE in assemblea plenaria.
Il gruppo ha presentato il suo “piano solare” 2020-2035: nuove installazioni per oltre il quadruplo di tutta la potenza da FV installata nel Paese ad oggi, 7,4 GW di cui EDF controlla solo 217 MW. C'era già il target di raddoppiare la capacità da rinnovabili entro il 2030.
Puntare alla fattibilità tecnica di riutilizzo di materiali compositi è l’obiettivo di un progetto europeo, “FiberEUse”, coordinato dal Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Milano. Parteciparanno 22 soggetti tra imprese, associazioni industriali, università e centri di ricerca.
Nel rapporto Pendolaria 2017 di Legambiente un nuovo quadro sullo stato dei collegamenti su ferro in Italia. Oltre alla classifica delle dieci linee ferroviarie peggiori della nazione, il rapporto fa il punto anche sullo stato delle risorse economiche destinate al settore dei trasporti ferroviari nel nostro Paese.
Le violazioni rilevate in due anni sono aumentate del 295% e il 72% porta alla sospensione della tariffa incentivante. Una puntuale verifica preventiva è l’unica soluzione per cercare di limitarne le conseguenze. Un articolo a cura di MC Energy.
Una sentenza Tar Basilicata ha dato torto a un Comune che aveva negato la PAS a un impianto eolico da 59 kW perché vicino ad altri otto. I limiti di potenza valgono solo per installazioni connesse allo stesso punto di connessione e riconducibili allo stesso soggetto.
Il calendario settimanale dei lavori parlamentari che riguardano energia, rinnovabili, efficienza energetica, edilizia, mobilità sostenibile e tutte le tematiche che interessano gli abbonati a QualEnergia.it PRO.
A denunciarlo Italia Solare, che ha scritto alla Regione per notificare l’incongruenza da un punto di vista autorizzativo e procedurale tra alcune disposizioni contenute nella legge regionale su urbanistica ed edilizia e il Testo Unico dell’Edilizia.
L'Autorità per l'energia ha approvato i corrispettivi proposti dal GME, relativi all'anno 2018, per il funzionamento dei mercati organizzati e delle piattaforme di registrazione degli scambi bilaterali delle garanzie di origine e dei titoli di efficienza energetica.
Nelle zone rurali dell’Africa Subsahariana per favorire lo sviluppo socio-economico sarebbe ideale adottare modelli di business che prevedano, accanto agli impianti energetici, meglio se solari o a fonti rinnovabili, sistemi di mini reti per utilizzare l'energia generata.
Con un appoggio bipartisan in Parlamento sta procedendo la proposta di legge che vieta i conguagli a oltre due anni dai consumi e mette in campo una serie di difese per gli utenti. Approvata alla Camera, deve ora passare per il Senato, ma potrebbe finire nella Legge di Bilancio. Vediamo cosa cambierebbe.
Per gli impianti a fonti rinnovabili di ogni tipo e quelli dei prosumer scatta una riduzione degli oneri di connessione alla rete del 60-70% a seconda dei casi. Il nuovo decreto del ministero della Transizione ecologica di Parigi che mette in pratica quanto aveva annunciato a settembre.
Un documento di Rete IRENE analizza diversi emendamenti per l’efficienza energetica e sismica presentati in Commissione Bilancio del Senato sulla Legge di Bilancio 2018 e presenta alcune proposte. Interessanti quelle che riguardano la graduazione degli incentivi.
La legge di conversione del decreto fiscale è in vigore da ieri, 6 dicembre 2017. Testo, dossier e alcune novità che potrebbero interessare gli abbonati a QualEnergia.it: incentivi a cogenerazione in teleriscaldamento, equo compenso per tutti i lavoratori autonomi ed estensione dello split payment.
Il contatore delle fonti rinnovabili non fotovoltaiche ha indicato, lo scorso 31 ottobre, un costo indicativo di 5.411 € mln e un costo indicativo medio di 5,179 miliardi di euro. Il dato in calo è dovuto principalmente ai segnali di rialzo del prezzo dell’energia, nonché alla scadenza di impianti con tariffe incentivanti ex-CV e CIP6.
Ammontano a 20 milioni di euro le risorse che la Giunta regionale dell'Emilia Romagna mette a disposizione degli enti locali per l’impiantistica e gli spazi sportivi. Messi in campo attraverso un apposito bando, i fondi faranno da volano a investimenti complessivi per oltre 40 milioni di euro.
WWF International ha realizzato una guida con numerose raccomandazioni rivolte ai decision maker e agli investitori istituzionali, così che possano integrare diverse strategie di mitigazione dei cambiamenti climatici nelle loro politiche e nei loro portafogli di investimento.
L'associazione dei produttori elettrici europei ha presentato la sua “Vision Declaration”, un impegno a ripulire il sistema energetico europeo, puntando su elettrificazione e rinnovabili. Tra le richieste, un mercato della CO2 in grado di fornire adeguati segnali di prezzo e indirizzare gli investimenti.
Può accadere che il contabilizzatore conteggi consumi inesistenti, specie durante il periodo estivo. Dipende dalla combinazione tra un “difetto” tecnico dei rilevatori abbinati alle valvole termostatiche e la negligenza di chi li gestisce, emerge da una segnalazione de Il Salvagente.
Nei prossimi anni sarà possibile un nuovo boom per le rinnovabili. Lo ha detto Francesco Starace, ad di Enel, che spera, con un contesto normativo adeguato, di incrementare gli investimenti nel nostro paese anche della sua azienda. Incombe però il “problema” delle nuove infrastrutture per il gas.
Con strumenti di supporto sempre più market based, il risk-management è sempre più importante per i progetti in impianti dalla produzione aleatoria come l'eolico. Il mercato della gestione del rischio sui nuovi impianti varrà 2,5 miliardi di euro dal 2017 al 2020. La stima è in un nuovo report WindEurope.
Tra le molte tecnologie disponibili per scaldare casa, quale scegliere? Qualche consiglio per individuare la soluzione più adatta per la vostra casa da Viessmann, che offre una gamma completa di prodotti per tutte le fonti di energia e tutte le applicazioni.
Il ministero dell’Ambiente ha pubblicato il "Rapporto 2017 sull’attuazione della VAS in Italia - Dati 2016" che raccoglie ed esamina le procedure di VAS concluse nel 2016 a livello statale, regionale e locale. Il rapporto e alcuni highlights.
Il GSE ha aggiornato il calendario del 2017 per le aste di CO2, integrando le rimanenti aste britanniche che si terranno entro fine anno e per il 2018, e ha pubblicato il calendario 2018 con date, orari e volumi delle sessioni d’asta.
Se la SEN ha affermato un ruolo chiave per il FV, allo stesso tempo è necessario attuare iniziative finalizzate a decuplicare il prima possibile le nuove installazioni annuali e preservare la potenza installata, rivedendo l’attuale sistema sanzionatorio. Alcune proposte da Italia Solare.
Come previsto, ciascun operatore ammesso alle procedure concorrenziali deve rilasciare entro le ore 10 del 15 dicembre 2017 una garanzia nella forma di deposito in contante infruttifero e contestualmente comunicare l’ammontare del deposito nell’apposita sezione del portale GO.