Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Sistemi di gestione del FV residenziale. Per Navigant Research SMA prima del settore

Navigant Research ha recensito 15 fornitori leader per i sistemi di monitoraggio e soluzioni di gestione intelligente dei consumi. Tra questi SMA è risultata la migliore.

Navigant Research, società di consulenza americana, ha recensito SMA Solar Technology AG tra le principali aziende nella fornitura di sistemi di monitoraggio e soluzioni di gestione dell'energia per impianti fotovoltaici residenziali.

Per la redazione del report “Residential Solar Monitoring and HEMS”, Navigant ha preso in esame la strategia implementata da 15 fornitori leader di settore per sistemi di monitoraggio e soluzioni di energy management. In base a tale studio, SMA è risultata la migliore tra i competitor (grafico di seguito).

L’analisi condotta dalla società di consulenza americana ha tenuto conto dei seguenti criteri: vision; strategia di go-to-market; partner; tecnologia; presenza e copertura a livello mondiale; vendite, marketing e distribuzione; performance di prodotto; portafoglio prodotti ed ecosistema nonché “staying power” dell’azienda.

“Senza un sistema intelligente di gestione dell’energia non è possibile trarre vantaggio dall’enorme potenziale del fotovoltaico”, ha dichiarato Pierre-Pascal Urbon, CEO di SMA. “Fin dall’inizio, SMA ha investito in sviluppo software e, allo stato attuale, grazie al nostro Sunny Portal, risultano connessi oltre 250.000 impianti fotovoltaici in tutto il mondo”.

I sistemi di monitoraggio di SMA

Sunny Home Manager 2.0 - spiega l'azienda in una nota stampa - consente a privati, proprietari di sistemi FV di piccole e medie dimensioni, di ottimizzare il proprio impianto e persino utilizzare un volume maggiore di energia solare per il consumo interno.

A fine 2017, la nuova piattaforma di energy management ennexOS darà l’opportunità ai clienti di impianti commerciali di collegare i sistemi FV a quelli per l’aria condizionata e di energy storage, ad esempio per sfruttare il più possibile direttamente nel sito di produzione l’energia solare generata.