Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Eolico off-shore, parte la realizzazione del primo parco in Italia

Si chiama Beleolico ed è il primo progetto di eolico off-shore nel Mediterraneo, a Taranto. Avrà una potenza nominale totale di 30 MW ed entrerà in funzione nell'autunno del 2018. Il progetto prevede dieci turbine da 3 MW ciascuna, per una produzione annuale prevista di 80 GWh.

E' partita la realizzazione di quello che sarà il primo parco eolico offshore d'Italia e del Mediterraneo, con una potenza nominale totale di 30 MW, che dovrebbe iniziare a produrre nell'autunno del 2018

Il progetto, denominato “Beleolico”, prevede dieci turbine in mare con una potenza nominale di 3 MW ciascuna, per una produzione annuale prevista di 80 GWh e sorgerà a largo del porto di Taranto.

Il parco, realizzato da Belenergia tramite la controllata Beleolico srl, come si ricorderà, è stato sbloccato nel 2015 dopo anni di travagliate vicende autoritorizzative e battaglie legali.

Nell'asta indetta con il dm 23 giugno 2016 si è aggiudicato tutto il contingente per l'eolico in mare (essendo anche l'unico in gara) con un ribasso sulla base d’asta del 2%: avrà una remunerazione di 161,6 euro/MWh contro i 165 da cui si partiva.

Il progetto prevede dieci turbine Senvion 3.0M122, ciascuna con un'altezza mozzo di 100 metri. Saranno situate di fronte al porto di Taranto con profondità del fondale marino comprese tra 4 e 18 metri.
 
Le turbine, come si vede dal rendering qui sotto, saranno divise in due gruppi: 4 più vicine al molo e 6 più al largo.
 
 
La consegna e l'installazione delle macchine è attualmente prevista nell'estate del 2018, mentre la loro messa in servizio dovrebbe avvenire nell'autunno dello stesso anno.
 
Insieme alla fornitura e all'installazione di turbine, l'accordo firmato da Beleolico e Senvion prevede un contratto di manutenzione completo per il parco eolico di Taranto della durata di 25 anni.