Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Stati Uniti primi al mondo per produzione eolica nel 2015

Benché la capacità eolica cinese sia doppia, gli Stati Uniti lo scorso anno hanno prodotto più energia dal vento: 190 milioni di MWh contro 185,1 milioni. Questo grazie alle ingenti risorse eoliche del Paese e agli investimenti in infrastrutture di rete degli ultimi anni.

Negli Stati Uniti nel 2015 sono stati prodotti 190 milioni di MWh di energia eolica, più di qualsiasi altro Paese al mondo. Anche più della Cina, dove la potenza eolica installata è quasi doppia rispetto agli Usa, ma nel 2015 si è prodotta con il vento una quantità di energia leggermente inferiore: 185,1 milioni di MWh. Terza la Germania con 84,6 milioni di MWh.

Questi i dati resi noti dall'American Wind Energy Association (AWEA) in base alle statistiche realizzate dalla Global Wind Energy Association (GWEC) e dalla US Energy Information Administration (EIA).

L’elevata produzione eolica degli Stati Uniti, sufficiente nel 2015 a soddisfare il fabbisogno elettrico di 17,5 milioni di famiglie americane, nasce dalle forti risorse eoliche del Paese e dagli ingenti investimenti nelle infrastrutture di trasmissione degli ultimi anni. Il vento ha raggiunto una quota del 4,7% del mix di produzione interna, con punte del 31% nello Iowa e valori superiori al 15% in otto Stati (grafico sotto).

Quota di energia da eolico nel mix elettrico dei singoli Stati Usa nel 2015 (fonte: Awea).

Secondo Awea, l’eolico potrebbe arrivare a soddisfare il 20% del fabbisogno elettrico americano entro il 2030. Ma gli Stati Uniti non sono soltanto un Paese in cui si produce tanta energia eolica: sono 73.000 i posti di lavoro Usa nel settore eolico, con oltre 500 fabbriche attive nella realizzazione di parti di turbine eoliche.

La capacità eolica statunitense è di circa 75 GW (di cui 8,6 GW installati nel 2015), rispetto agli oltre 145 GW cumulati della Cina (30,5 GW nel 2015).