La Spagna torna a pagare un conto salato per la sua decisione, avvenuta nel 2013-2014, di tagliare gli incentivi feed-in alle rinnovabili, con effetti retroattivi che avevano spinto molte aziende a ricorrere ai tribunali per tutelare i loro investimenti. Il governo iberico dovrà rimborsare 290 milioni di euro più gli interessi e le spese legali […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.