Moduli fotovoltaici europei e garanzia di lunga durata, i punti forti di Bisol

CATEGORIE:

Azienda del solare FV specializzata in tutti i segmenti di mercato, oggi guarda con attenzione all'Italia. Dei suoi prodotti e delle prospettive del mercato italiano ne abbiamo parlato con Matevz Kastelic, country manager Italy.

ADV
image_pdfimage_print

È una delle poche aziende produttrici di moduli fotovoltaici europei e ormai specializzata in tutti i segmenti di mercato. Grazie alla sua lunga esperienza nel mercato FV, BISOL si è ben posizionata nel settore.

Sta aumentando costantemente la sua capacità produttiva, mantenendo nel proprio portafoglio anche le soluzioni di montaggio dei moduli.

Di questa realtà, dei suoi prodotti e delle prospettive del mercato italiano ne abbiamo parlato con Matevz Kastelic, country manager Italy.

Kastelic, dall’osservatorio BISOL, come è visto il mercato fotovoltaico italiano, almeno per i prossimi due anni?

Riteniamo che ci siano interessanti opportunità di business offerte dal Superbonus, dal Decreto FER e dalle attività di manutenzione del parco fotovoltaico esistente. Questi sono tra gli aspetti che riteniamo vincenti in termini di vendite per questo e il prossimo anno.

Su quali segmenti di mercato scommettete di più?

BISOL Group in Italia punta in particolare agli impianti fotovoltaici di tipo residenziale e commerciale, oltre che al settore del revamping, che sarà in forte crescita. Per sfruttare al meglio le opportunità del Superbonus, abbiamo poi stretto partnership con diverse utilities e distributori per aumentare la presenza dei nostri prodotti in alcuni ambiti specifici, come i condomini.

Parliamo dei moduli FV Bisol…

Abbiamo un’esperienza di più di 15 anni e puntiamo molto sul concetto di Made in Europe, che ci ha permesso di differenziarci dalla concorrenza, mirando alla resa energetica e alla garanzia sul prodotto che offriamo con i nostri moduli: un aspetto molto importante soprattutto nel segmento dei piccoli impianti, dove c’è una maggiore sensibilità degli installatori alla qualità e affidabilità dei prodotti. Nel settore residenziale i moduli devono avere prestazioni al top per tutta la vita dell’impianto, perché l’impianto fotovoltaico è al centro di un sistema multienergia molto più complesso che può essere composto da diversi dispositivi per il risparmio energetico come l’accumulo, le pompe di calore e le stazioni di ricarica elettriche. Proprio per questo proponiamo la nostra serie BISOL Supreme, l’unica serie di moduli al mondo con 25 anni di garanzia sul 100% della potenza di uscita.

Quali strategie avete nei prossimi due o tre anni?

A livello industriale ci saranno interventi sulle linee di produzione per il rinnovo della gamma dei moduli fotovoltaici, a cui Bisol affianca anche i sistemi di montaggio: l’obiettivo è di offrire agli installatori un pacchetto unico in modo di ottimizzare tempi e costi di installazione.

Ci presenti meglio i principali moduli fotovoltaici Bisol …

Dopo un radicale ammodernamento della produzione nel 2021, BISOL Group sta ora producendo i moduli fotovoltaici BISOL Duplex con le più avanzate celle half-cut di dimensione M6 e la tecnologia multiwire con 9 busbar, entrambi per massimizzare la resa energetica. Il wafer M6 da 166×166 mm in questo momento offre il miglior rapporto tra potenza e dimensioni. I moduli FV BISOL Duplex di nuova concezione sono disponibili nelle versioni da 120 e 144 celle, ciascuna in cinque classi di potenza.

Quali sono le potenze?

La potenza di uscita del Duplex M6 da 120 celle raggiunge i 380 Wp, mentre la potenza dei moduli da 144 celle arriva fino a 455 Wp. Secondo i calcoli, il BISOL Duplex ha una potenza del modulo e un’efficienza di conversione significativamente più alti rispetto ad altri moduli sul mercato. Questo modulo è disponibile nella serie BISOL Premium con garanzia lineare sulla potenza di uscita pari all’85% dopo 25 anni, ed è appena stato lanciato anche nella popolarissima serie BISOL Supreme™, l’unica al mondo ad offrire una garanzia del 100% sulla potenza in uscita per 25 anni.

Ci descriva quali sono le caratteristiche tecnologiche e produttive che ritiene più rilevanti nei moduli Bisol?

Utilizziamo nelle nostre linee produttive l’intelligenza artificiale, metodi di produzione snella e standard della cosiddetta “Industria 4.1”. Il nostro sistema di tracciamento personalizzato, progettato internamente, garantisce il monitoraggio della produttività per macchina, una panoramica completa di ogni singolo macchinario, la tracciabilità dei moduli tramite QR code su tutte le postazioni di lavoro, la tracciabilità dei materiali tramite numeri di lotto, la tracciabilità del personale e una panoramica completa sulla qualità. Un processo quindi completamente monitorato che ci assicura il più alto tasso di utilizzo e una struttura dei costi ottimizzata (vedi più informazioni, ndr).

E per quanto riguarda l’uso dei materiali e i test?

Prima che inizi il processo di produzione, l’unica strada da percorrere è la scelta di materiali di prima qualità. Il team di ricerca e progettazione di Bisol testa fino alla distruzione tutti i materiali e i campioni nella camera climatica di proprietà Bisol per avere l’assoluta certezza di aver scelto solo i migliori componenti per raggiungere la massima qualità a cui miriamo. Inoltre, è importante utilizzare solo fogli EVA della migliore qualità, ma è altrettanto fondamentale usarne quanto ne serve senza pensare al risparmio come fanno alcuni produttori che tagliano l’EVA di dimensioni inferiori a quella del vetro. Durante la laminazione, che è significativamente più lunga in Bisol, l’EVA si trasforma in gel. Secondo lo standard del settore, il 65% del contenuto di gel è sufficiente, ma da noi si raggiunge un valore pari all’85% o superiore, come dimostrato dal nostro track record di oltre 15 anni e dai peel test effettuati a campione in produzione durante ogni singolo turno di lavoro.

Come ci ha spiegato, Bisol punta molto su due aspetti: il fatto che i propri prodotti siano veramente europei e su una garanzia di lunga durata…

Secondo noi è rilevante sottolineare l’importanza che un prodotto sia effettivamente realizzato in Unione Europea, e non solo che abbia un’etichetta che lo dichiari: non è un mero problema geografico o nazionale ma, dato che le aziende al di fuori dell’UE possono seguire standard inferiori, è una questione di qualità, sostenibilità e cura dell’ambiente. Gli ultimi servizi della CNN sullo sfruttamento del lavoro delle minoranze e sul presunto lavoro forzato nello Xinjiang ci fanno capire che c’è anche un enorme problema etico. L’intera gamma di prodotti Bisol è progettata, prodotta, gestita, certificata e supportata in UE. Solo con standard di qualità estremamente elevati la durabilità può essere garantita in modo veritiero, così come facciamo nella nostra azienda.

Come già ha accennato, un mercato che in Italia richiederà notevoli investimenti è quello del repowering e revamping degli impianti esistenti, soprattutto di medie e grandi dimensioni. Come si propone Bisol in questo ambito e con quali prodotti?

Ricordiamo che le operazioni di revamping sul mercato italiano si stanno concretizzando solo 8-10 anni dopo l’installazione, come conseguenza di una scelta, a suo tempo, spesso indirizzata verso prodotti economici e di bassa qualità. Il revamping in Italia, pioniere mondiale del fotovoltaico grazie agli incentivi del conto energia del 2006-2013, è la prova più evidente di quanto sia necessario scegliere i giusti materiali, i processi produttivi e gli standard di qualità, che raramente vengono seguiti dai produttori extraeuropei. Attualmente le richieste di materiali per il revamping degli impianti sono in costante crescita. È fondamentale garantire il rispetto dei requisiti richiesti, come il mantenimento e il continuo aggiornamento dei certificati aziendali ISO relativi a qualità, sicurezza e ambiente, i certificati IEC e il certificato di Factory Inspection, necessario per confermare le maggiorazioni dell’incentivo per modulo di produzione Europea. Bisol è attenta alle esigenze di ogni singolo mercato e per il mercato italiano ha deciso di mantenere tutte le certificazioni richieste per moduli Made in UE. Stiamo facendo del nostro meglio per aiutare i nostri clienti, suggerendo il prodotto migliore per ogni specifico caso e, a quanto pare, stiamo seguendo la strada giusta, dal momento che il revamping rappresenta circa il 10% delle vendite globali dell’azienda.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti