L’Italia deve fare molto di più per eliminare i sussidi alle fonti fossili

PRO

Diverse organizzazioni no-profit hanno monitorato i progressi compiuti dai paesi del G7 per cancellare il sostegno a carbone, gas e petrolio entro il 2025, pochi finora. Almeno cento miliardi di dollari l’anno continuano a essere destinati ai combustibili “sporchi”, tra esenzioni fiscali e finanziamenti pubblici.

ADV
image_pdfimage_print

Sono almeno 100 miliardi di dollari i sussidi che le economie più “forti” del mondo (quelle del G7) continuano a elargire ai combustibili fossili, in una contraddizione sempre più palese con la promessa di eliminarli del tutto entro il 2025 e con l’obiettivo di combattere i cambiamenti climatici. A rimarcare la distanza tra il “dire” […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti