Eolico offshore, entra la Saipem e forse esce il neodimio

PRO
CATEGORIE:

Saipem proverà a largo delle coste occidenali irlandesi una piattaforma universale su cui installare turbine galleggianti di ogni dimensione. Intanto per l'offshore si paventa la carenza di un elemento delle terre rare con cui si producono i magneti più potenti.

ADV
image_pdfimage_print

Da anni in molti invitano l’industria italiana ad impegnarsi nel campo dell’eolico galleggiante, l’unico che, potendo essere installato sui mari, lontano dalle coste e quindi con basso impatto visivo, è proponibile per il nostro paese. Ma da questo orecchio, finora, l’industria italiana pareva essere proprio sorda, il che faceva temere che, quando arriverà il momento […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti