Scrivi

Detrazioni fiscali non fruite per decesso, come funziona l’eredità?

Il chiarimento dell'Agenzia delle entrate.

ADV
image_pdfimage_print

In caso di decesso dell’avente diritto, la fruizione del beneficio fiscale si trasmette, per intero, esclusivamente all’erede che conservi la detenzione materiale e diretta del bene.

Ma se dovesse venire a mancare successivamente anche chi ha ereditato le detrazioni non fruite, le quote residue non si trasferirebbero una seconda volta.

A chiarirlo è l’Agenzia delle Entrare nella risposta n. 612 del 20 settembre 2021.

Il seguente documento è riservato agli abbonati a QualEnergia.it PRO:

Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito a QualEnergia.it PRO

Si veda anche: Tutto sul Superbonus 110%, la raccolta di QualEnergia.it

 

ADV
×