Nella Costituzione approvata ieri dall’Assemblea costituente nazionale tunisina c’è anche la lotta al cambiamento climatico.

La carta costituzionale, una delle più progressiste in quell’area geo-politica, nell’introduzione riconosce “la necessità di contribuire alla sicurezza climatica e alla protezione ambientale per assicurare la sostenibilità delle nostre risorse naturali e una vita sana per le generazioni future” (traduzione nostra da testo in inglese, ndr).

Un concetto ribadito all’articolo 45, che sancisce “il diritto ad un ambiente appropriato ed in equilibrio e a un clima adeguato” e impegna lo Stato “a fornire i mezzi necessari per combattere l’inquinamento ambientale”.

Prima della Tunisia solo Ecuador e Repubblica Dominicana hanno incluso la lotta al cambiamento climatico nelle loro Costituzioni.

Qui una traduzione non ufficiale in inglese della nuova carta costituzionale tunisina (pdf).

 

Segui QualEnergia.it  anche su e