Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Supermercati come prosumer e storage. Un progetto pilota di Danfoss e SMA

Ecco come i supermercati attraverso una gestione energetica intelligente potranno anche garantire la flessibilità per una maggiore integrazione delle rinnovabili nella rete pubblica.

L’energia solare ed eolica non è sempre disponibile in maniera uniforme e per compensare le oscillazioni dell’immissione in rete di un sistema basato sempre più sulle energie rinnovabili, sono necessari servizi di rete, come ad esempio lo storage.

A fornirli possono essere i supermercati, producendo la propria corrente fotovoltaica e diventando quindi prosumer, implementando una gestione energetica intelligente e sfruttando il grande potenziale di accumulo – finora inutilizzato – rappresentato dagli impianti frigoriferi.

Ogni sistema di raffreddamento dispone di un condensatore, che può essere paragonato ad una piccola centrale elettrica. Per garantire la sicurezza alimentare, la potenza del compressore deve essere dimensionata in considerazione del giorno più caldo e di quello più freddo. Ciò genera possibili capacità non sfruttate, che possono essere impiegate per l’accumulo termico.

La capacità inutilizzata del compressore può essere sfruttata sia all’interno del supermercato, sia nel sistema elettrico. Danfoss dispone di un’ampia offerta tecnologica per sfruttare questo potenziale e integrare i supermercati nel sistema energetico. In questo modo, i supermercati possono non solo fornire energia verde, ma anche migliorare il loro bilancio delle emissioni di CO2 e ridurre i propri costi di esercizio: una situazione win-win per l’azienda e il clima”, afferma Jürgen Fischer, presidente di Danfoss Cooling.

“L’integrazione nel sistema energetico è resa possibile grazie alla combinazione della piattaforma di gestione energetica SMA ennexOS e delle soluzioni intelligenti per supermercati di Danfoss. In questo modo il supermercato può ottimizzare il proprio consumo energetico sulla base di parametri quali l’attuale prezzo dell’energia elettrica, la temperatura esterna e i requisiti di rete temporanei”, spiega Jochen Schneider, amministratore delegato dell’affiliata SMA Coneva GmbH, che fornisce servizi energetici e soluzioni per il monitoraggio, l’efficienza e la gestione dell’energia.

“SMA e Danfoss forniscono le soluzioni per far compiere alla grande distribuzione – e forse più in generale al settore dell’approvvigionamento energetico – un ulteriore passo verso il futuro. Il nostro progetto congiunto è di certo uno dei primi esempi di come il potenziale dei supermercati possa essere sfruttato nel quadro della rapida rivoluzione energetica. Mettiamo a disposizione dei nostri clienti l’energia in eccesso attraverso due modernissime stazioni di ricarica, presso le quali è possibile ricaricare le auto elettriche mentre si fa la spesa”, afferma Marco Frerichs, amministratore delegato e proprietario di aktiv&irma.

Per trasformare il negozio aktiv&irma di Oldenburg nel quartiere di Kreyenbrück (già oggi efficiente sotto il profilo energetico) in un supermercato del futuro sono previste diverse misure, tra cui un impianto fotovoltaico con tecnologia SMA che fornirà energia rinnovabile a costi inferiori rispetto a quelli della corrente di rete convenzionale.

L’accumulo di energia sarà supportato mediante un sistema dotato di tecnologia di storage SMA. Così facendo verranno sfruttati i picchi di carico e sarà possibile aumentare l’autoconsumo fino al 100%.

Il sistema di accumulo potrà inoltre essere utilizzato per sostenere il sistema di raffreddamento in caso di interruzioni di corrente.

SMA Data Manager collega in rete il sistema di gestione per l’impiantistica e la tecnologia frigorifera di Danfoss con tutti i carichi, così come con l’infrastruttura di accumulo e ricarica, collegando il supermercato al sistema energetico.