“La modifica della legge regionale numero 1 del 2010 è un provvedimento che per la sua natura richiede apporti e contributi nel merito e non sterili polemiche sulle procedure che, invece, sono state eseguite proprio per favorire l’eventuale miglioramento del testo e giungere in tempi brevissimi all’approvazione in Consiglio Regionale”. Questa la dichiarazione dell’assessore all’Ambiente […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.