Con una recente sentenza (allegata in basso), il Tar del Lazio ha chiarito che l’olio da cottura esausto non è una biomassa ma rientra nella categoria dei bioliquidi. E questa precisazione è molto rilevante ai fini della corretta applicazione degli incentivi alle fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico, ai sensi del dm 6 luglio 2012. Nel […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.