In Italia il fotovoltaico a terra non incentivato è già competitivo in molti casi. Con l’ulteriore discesa degli LCOE prevista, i margini dovrebbero crescere, anche in rapporto alle evoluzioni del mercato elettrico che si prospettano. Ma su questo fronte alcuni rischi restano concreti: il più rilevante è l’ormai noto “effetto cannibalismo”, secondo il quale l’aumento […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.