Un semplice errore formale nelle pratiche necessarie è sufficiente a precludere l’accesso agli incentivi di un impianto a fonti rinnovabili? Forse no: se finora l’orientamento del Tar è stato quello di legittimare l’atteggiamento rigoroso del Gestore Servizi Energetici (GSE), una recente ordinanza del Consiglio di Stato rovescia la situazione. I giudici di appello hanno infatti […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.