Revisione della direttiva sull’efficienza energetica negli edifici, l’Italia colga l’occasione

PRO

Il nostro Paese ha tempo fino al 5 dicembre per prendere una posizione. Francia, Germania, Irlanda e Svezia hanno già manifestato il loro sostegno a una revisione ambiziosa della direttiva. “ E' ora il momento che l’Italia faccia lo stesso”, chiede a Calenda la European Alliance to Save Energy.

ADV
image_pdfimage_print

L’Italia – nell’interesse dell’economia dell’intero sistema-Paese – prenda una posizione ambiziosa in sede Ue rispetto alla revisione della direttiva sull’efficienza energetica negli edifici, la EPBD, che la presidenza estone del Consiglio europeo vuole concludere entro il prossimo 5 dicembre. L’appello, contenuto in una lettera indirizzata al ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, arriva a EU-ASE, […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti