Fotovoltaico, più durata alla perovskite con la cella “a occhio di mosca”

PRO
CATEGORIE:

I ricercatori di Stanford si sono ispirati all’occhio della mosca per creare una cella solare composita di perovskite, superando i problemi di fragilità e durata che affliggono questo materiale promettente per la sua efficienza, ma poco incline a sopportare condizioni ambientali estreme.

ADV

La ricerca di nuove soluzioni e tecnologie per il fotovoltaico del futuro, ancora una volta, trae ispirazione dalla natura, precisamente dall’occhio “composito” della mosca. Un gruppo di studiosi della Stanford University ha individuato una configurazione che potrebbe donare maggiore resistenza e durata alla perovskite, un materiale al centro di moltissime prove di laboratorio per costruire […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell'abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti