Approvata dal Parlamento Ue la nuova direttiva sull’edilizia efficiente

PRO

Gli Stati membri dovranno elaborare delle strategie nazionali per tagliare i consumi energetici degli edifici, con tappe intermedie al 2030 e 2040 per arrivare a un parco immobiliare “decarbonizzato” entro il 2050. Le misure in sintesi e il testo.

ADV

Gli Stati membri dovranno migliorare la prestazione energetica degli edifici, sia quelli nuovi sia quelli esistenti, pianificando gli interventi di riqualificazione per i prossimi anni con l’obiettivo di avvicinarsi il più possibile al concetto di “zero-energy building” (ZEB) entro il 2050. Questa, in sintesi, la posizione del Parlamento Ue sulla nuova direttiva per l’efficienza energetica […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell'abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti