È stata posticipata al 22 giugno 2020 l’apertura dello sportello per presentare le domande di agevolazione per il nuovo bando Smart Grid: lo comunica il ministero dello Sviluppo economico in una nota, che ricorda anche gli obiettivi e i destinatari dell’iniziativa destinata alla realizzazione di reti elettriche intelligenti. Lo sportello rimarrà aperto fino al 22 luglio.

Il bando è rivolto ai concessionari del servizio pubblico di distribuzione dell’energia elettrica operanti in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e prevede il finanziamento per interventi di costruzione, adeguamento e potenziamento di infrastrutture con cui sviluppare reti intelligenti (smart grid), finalizzate a incrementare direttamente la quota di fabbisogno energetico coperto dalla generazione distribuita da fonti rinnovabili.

Le risorse ammontano a quasi 24 milioni di euro; le agevolazioni sono concesse nella forma della sovvenzione diretta. L’ammontare dell’agevolazione concedibile a ciascuna impresa e per ciascun progetto non può essere inferiore a 250.000 euro (soglia minima) e superiore a 50 milioni di euro (soglia massima).

(Nota della redazione: fino al prossimo 3 aprile, QualEnergia.it ha deciso di rendere accessibili a tutti alcune notizie utili agli operatori nel gestire il lavoro in questa emergenza. Resteranno invece riservati ai soli abbonati al servizio PRO approfondimenti, webinar, bandi e articoli non strettamente legati a queste circostanze eccezionali. Potete abbonarvi o fare un prova gratuita cliccando qui.)