EnergyPOP: il “fotovoltaico sociale” per aiutare le famiglie in povertà energetica

Parte una campagna di AzzeroCO2 e Legambiente a favore dei nuclei familiari che hanno difficoltà di accesso ai servizi energetici essenziali. Istituzioni locali e imprese potranno partecipare finanziando la realizzazione degli impianti.

ADV
image_pdfimage_print

Realizzare impianti fotovoltaici con il sostegno delle aziende, su edifici residenziale pubblici e di proprietà di cooperative o associazioni impegnate in ambito sociale, per produrre energia elettrica a beneficio di persone in povertà energetica.

Questo è l’obiettivo della campagna di responsabilità sociale d’impresa “EnergyPOP”, promossa da AzzeroCO2, società specializzata in sostenibilità ed energia, in collaborazione con Legambiente.

L’iniziativa punta ad una sinergia tra pubblico e privato, e ha come scopo di moltiplicare i progetti di fotovoltaico sociale, incrementando l’accesso ad una energia pulita e solidale.

EnergyPOP, infatti, vuole sostenere le famiglie in condizione di vulnerabilità, che secondo i dati dell’Osservatorio italiano sulla povertà energetica ammontavano nel 2021 a circa 2,2 milioni.

Il caro bollette, unito alla scarsa efficienza di circa il 60% del parco immobiliare nazionale, rende oggi sempre più difficile per molti nuclei familiari l’accesso a servizi energetici essenziali.

Come è emerso da studi dell’Unione Europea sono le famiglie con carichi familiari maggiori o con persone più fragili (bambini, disabili, anziani) o monoparentali ad avere le maggiori difficoltà a soddisfare i bisogni energetici fondamentali.

La Campagna vuole dunque essere uno strumento di supporto a tali situazioni.

“Crediamo che il fotovoltaico sociale finanziato dalle aziende a favore di soggetti in povertà energetica possa essere uno strumento efficace per ridurre le disuguaglianze energetiche e supportare le fasce più vulnerabili della popolazione, avviando quella redistribuzione dell’energia pulita essenziale per assicurare a tutti l’accesso a un bene primario come l’elettricità, oltre che contribuire a promuovere una non più rinviabile transizione energetica”, ha detto Sandro Scollato, Amministratore Delegato di AzzeroCO2.

“Grazie alla partecipazione alla Campagna EnergyPOP delle istituzioni locali e del tessuto imprenditoriale, contiamo di avviare numerosi progetti per diffondere capillarmente questo modello. Solo promuovendo progetti innovativi e collaborazioni tra stakeholder diversi riusciremo ad affrontare le presenti sfide ambientali e sociali, l’Ad di AzzeroCO2.

Attraverso il sistema di energy sharing promosso da EnergyPOP, l’elettricità solare sarà destinata alle utenze familiari che si trovano in difficoltà nel soddisfare i propri bisogni energetici primari oppure ad associazioni che si occupano di inclusione sociale. 

L’obiettivo è di poter beneficiare di costi in bolletta più contenuti, grazie all’utilizzo dell’energia pulita prodotta e agli incentivi previsti per le comunità energetiche e/o l’autoconsumo collettivo.

Le aziende che aderiranno ad EnergyPOP potranno attuare una strategia di responsabilità sociale d’impresa, finanziando la realizzazione degli impianti FV, migliorando il benessere delle comunità locali coinvolte.

Dalla produzione di energia solare alla riqualificazione edilizia del patrimonio pubblico, alla creazione di comunità generative ed evolutive, i benefici per il territorio sono diversi. Gli interventi saranno realizzati da AzzeroCO2, che si occuperà dell’individuazione dei soggetti beneficiari, degli impianti fotovoltaici (presso case popolari e enti del terzo settore impegnati nell’inclusione sociale), della progettazione e installazione degli impianti.

Legambiente curerà, invece, un percorso di sensibilizzazione e facilitazione mirato a promuovere, presso i beneficiari e le comunità interessate, i vantaggi dell’iniziativa e una gestione più consapevole dell’energia.

Per informazioni: Campagna “EnergyPop”

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti