Ecobonus, il governo conferma la volontà di prorogare lo sgravio fiscale al 2019

Non ci sarebbe quindi alcuna intenzione di stabilizzare almeno per qualche anno le detrazioni per gli interventi di riqualificazione energetica. Il testo di un’interrogazione alla Camera.

ADV
image_pdfimage_print

Cosa succederà alle detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica?

Dopo le ipotesi circolate nelle ultime settimane sulla possibile stabilizzazione a medio termine dell’ecobonus (vedi QualEnergia.it) nella prossima Legge di Bilancio, sembra confermata la proroga degli sgravi di un solo anno, quindi fino al 31 dicembre 2019, con gli attuali limiti di detraibilità.

A spiegare le ultime intenzioni del governo è stato il ministero delle Finanze, rispondendo all’interrogazione presentata nei giorni scorsi alla Camera da Sestino Giacomoni (Forza Italia).

L’interrogazione faceva riferimento alla “proroga parziale delle detrazioni fiscali in materia di eco-bonus” previste dalla prossima manovra di finanza pubblica 2019.

In particolare, i firmatari chiedevano “se e quali iniziative” il governo avrebbe assunto per elevare le detrazioni dal 50% al 65% per una serie di singoli interventi di efficienza energetica (sostituzione di infissi, schermature solari e impianti di climatizzazione invernale tramite caldaie a condensazione e a biomassa).

Inoltre, chiedevano se il governo avrebbe reso “definitivamente strutturali” queste misure.

Al riguardo, si legge nella risposta scritta del ministero delle Finanze (neretti nostri), “deve evidenziarsi che già nella legge n. 205 del 2017 (Legge di Bilancio per il 2018) le detrazioni spettanti per le spese relative agli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, così come le detrazioni per le spese per gli interventi di ristrutturazione edilizia, erano previste nella misura del 50 per cento”.“È allo studio – prosegue la nota – nel disegno di legge di bilancio per 2019, la proroga delle menzionate agevolazioni per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2019. Saranno confermati per ogni tipologia di intervento i limiti di detraibilità previsti dalla normativa attualmente vigente”.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti