Bonus edilizi, Poste riattiva l’acquisto dei crediti fiscali

Poste Italiane riapre la piattaforma per la cessione dei crediti di imposta da Superbonus e bonus edilizi: paga dall'85,5% al 70% del valore, a seconda del tipo di credito.

ADV
image_pdfimage_print

A partire da oggi, 3 ottobre 2023, Poste Italiane riattiva la piattaforma per l’acquisto dei crediti d’imposta.

Lo rende noto la controllata pubblica, spiegando che la riapertura arriva dopo “una temporanea sospensione finalizzata all’adeguamento delle procedure di controllo, elaborazione, acquisizione delle pratiche a quanto disciplinato dai molteplici interventi legislativi in materia” (avviso in basso).

Ricordiamo in sintesi le condizioni a cui Poste acquista i crediti.

Chi può chiedere la cessione

Persone fisiche titolari originarie di un credito d’imposta e che abbiano sostenuto in maniera diretta i relativi oneri.

Si possono fare cioè solo prime cessioni: Poste Italiane al momento non acquista nessun credito oggetto di precedente trasferimento, inclusi quelli maturati a seguito di sconto in fattura.

Poste inoltre valuta l’acquisizione unicamente di quei crediti per cui il cliente sia rivolto a un intermediario fiscale riconosciuto dall’Agenzia delle Entrate e un asseveratore.

Quali crediti e quanti

I crediti acquistati da Poste sono in sostanza tutti quelli provenienti da bonus edilizi: Superbonus, Ecobonus ordinario, Bonus ristrutturazione, Bonus facciate, detrazioni per colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici e Bonus barriere architettoniche.

Poste acquista credito d’imposta di prima cessione relativamente alle quote annuali fruibili a partire dal 2024, in relazione a crediti per spese sostenute nel 2023 o a rate residue di spese fatte negli anni precedenti.

L’importo massimo cedibile per questa riapertura è 50 mila euro per cliente, anche tramite più cessioni.

Se in passato ci sono state altre cessioni alle Poste, si potranno cedere altri crediti sempre al massimo per 50mila euro, salvo che non si superi il limite complessivo di 150mila euro di crediti ceduti, compresi quelli acquistati da Poste prima della riapertura attuale.

Il corrispettivo

Questi i prezzi cui Poste acquista i crediti:

  • 94 euro per ogni 110 euro di credito d’imposta acquistato per gli interventi relativi al Superbonus 110 con recupero in 4 anni, cioè 85,5% del valore nominale del credito d’imposta maturato.
  • 84,5 euro per ogni 100 per i crediti da detrazioni diverse dal Superbonus 110% con recupero in 5 anni (84,5 % del valore).
  • 70 euro per ogni 100 per i crediti da detrazioni diverse dal Superbonus con recupero in 10 anni (70 % del valore).

L’avviso sul sito di Poste Italiane

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti