Qualcuno ha deciso che il fotovoltaico andasse stoppato ma non sono accettabili le modalità, in assoluta controtendenza con le comuni regole di mercato e con l’assoluta mancanza di rispetto di qualsiasi tipo di business plan che ogni azienda dovrebbe potere intraprendere se non a lungo almeno a medio termine. In un momento così difficile per l’intera economia del nostro Paese risulta incomprensibile l’atteggiamento del Governo nei confronti di un settore in cui di lavoro ce ne sarebbe tantissimo e risulta altrettanto incomprensibile e inaccettabile il silenzio assoluto dei media.”

E’ questa una parte dell’appello lanciato da ATER, l’Associazione Tecnici Energie Rinnovabili e da MSA, Movimento per lo Sviluppo energie Alternative, che potete leggere qui.

Le due sigle stanno promuovendo una petizione per salvare il fotovoltaico italiano, la trovate a questo indirizzo.