Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Bando accumuli Lombardia, posticipata l’apertura al 21 settembre

Il Bando Accumulo 2017 è stato inoltre modificato ai punti 3 e 7, con particolare riferimento ai soggetti che possono partecipare alla selezione e alla cumulabilità del contributo. Di conseguenza è stato cambiato anche il modulo per la partecipazione.

E’ stata spostata dal 12 al 21 settembre la data a partire dalla quale sarà possibile presentare domanda di contributo previto dalla Regione Lombardia per l’acquisto di sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici (vedi anche QualEnergia.it).

Le domande di partecipazione potranno quindi essere presentate dalle ore 12 del 21 settembre 2017 fino alle 12 del 28 settembre 2017 attraverso il sistema informativo SIAGE.

Lo spostamento della data di apertura del bando è stato necessario – spiega una nota della Regione Lombardia –  per poter raccordare i contenuti del bando con la possibilità di fruire di altre forme di agevolazione compatibili, il Bando Accumulo 2017 è stato quindi modificato ai punti 3 e 7, con particolare riferimento ai soggetti che possono partecipare alla selezione e alla cumulabilità del contributo. Di conseguenza è stato cambiato anche il modulo per la partecipazione.

Chi può presentare la domanda

Secondo le recenti modifiche al bando, la domanda di partecipazione può essere presentata da privati cittadini che sono titolari o che saranno titolari nei limiti temporali di quanto prescritto al punto 15 del bando, di un impianto fotovoltaico installato su edifici o a terra nel territorio della Regione Lombardia, per l’acquisto e installazione di un sistema di accumulo, così come definito al successivo punto 6 (Interventi finanziabili), di energia elettrica prodotta dal medesimo impianto fotovoltaico.

La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente dal titolare dell’impianto fotovoltaico che ha sostenuto o sosterrà la spesa per l’acquisto e installazione del sistema di accumulo, il titolare è quindi l’intestatario delle relative fatture e bonifici di pagamento.

Cumulabilità del contributo

Secondo le recenti modifiche al bando, il contributo è cumulabile con eventuali altre agevolazioni pubbliche concesse per le stesse fattispecie fino al raggiungimento del 100% dell’importo delle spese ammissibili.

Il contributo è inoltre cumulabile con l’agevolazione fiscale prevista per le ristrutturazioni edilizie per tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) L’installazione di un sistema di accumulo rientra tra le opere finalizzate al risparmio energetico e, pertanto, il richiedente può usufruire della detrazione fiscale del 50% sulle spese sostenute entro il 31 dicembre 2017 per l’acquisto e l’installazione di tali impianti.

I seguenti documenti sono riservati agli abbonati a QualEnergia.it PRO

Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito a QualEnergia.it PRO