Dalla Germania alla Danimarca, passando per l’Australia, la California e altre aree geografiche, sono sempre più numerosi gli esempi di paesi che producono moltissima energia elettrica con risorse “pulite” non programmabili, eolico e solare, garantendo al contempo la sicurezza e continuità delle forniture. Come ci riescono? In un recente studio (Power-Industry Transition, Here and Now, […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.