“Ripulire” la blockchain con un mercato digitale della CO2: ecco come

  • 6 Luglio 2018

PRO

Una società di Singapore, New Era Energy, che fa parte dell’iniziativa globale Climate Chain Coalition sostenuta dall’Onu, vuole sviluppare un protocollo per consentire di ridurre le emissioni di anidride carbonica associate alle transazioni virtuali, come i Bitcoin. Vediamo in sintesi di cosa si tratta.

ADV
image_pdfimage_print

Se il futuro dell’energia appartiene sempre di più alle reti intelligenti e interconnesse con milioni di utenti, allora bisogna trovare delle soluzioni per “ripulire” dalle emissioni inquinanti le transazioni governate dai registri della blockchain. Ed è proprio questa l’idea che regge il progetto della società di Singapore New Era Energy, il Carbon Grid Protocol (tutte […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti