Anche il Giappone in pista tra i nuovi mercati dell’eolico offshore

PRO

Nel paese del Sol Levante c'è un potenziale da 90 GW al 2050. Intanto in Europa i parchi eolici in mare diventano sempre più competitivi tanto da iniziare a intravedere "sussidi negativi".

ADV

Mentre l’Italia ancora aspetta di vedere in funzione il suo primo parco eolico in mare (e deve fare i conti con le polemiche per il maxi-progetto al largo di Rimini), l’eolico offshore incamera successi in altri paesi, diventa sempre più competitivo e punta a conquistare nuovi mercati. Tra questi ultimi c’è il Giappone. Come riferisce […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell'abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti