Scrivi

Un generatore di vapore Vitomax HS della Viessmann per un’azienda dell’abbigliamento

L’azienda marchigiana Lardini, produttrice di capispalla, ha installato un generatore di vapore Vitomax HS, tipo M73, per il nuovo reparto di stabilizzazione e verifica dei tessuti. Il prodotto e l'intervento di efficientamento.

ADV
image_pdfimage_print

Per molte realtà manifatturiere il generatore di vapore è un macchinario critico, dal quale dipendono sia la continuità operativa sia l’entità dei costi di produzione.

È così anche che per il settore tessile e dell’abbigliamento, dove il vapore viene utilizzato per alcuni processi fondamentali sui tessuti.

Testimone dell’importanza del vapore in questo comparto è Lardini, noto brand con sede a Filottrano (AN) che dal 1978 realizza abbigliamento per uomo e donna, con particolare focalizzazione sui capispalla (giacche, soprabiti, impermeabili e cappotti, ecc.). L’azienda conta 1.400 collaboratori ed esporta in tutto il mondo.

Il processo produttivo dei capi di abbigliamento Lardini prevede per i tessuti quasi 200 passaggi, prima che questi possano essere confezionati e trasformati in capispalla. Dal finissaggio, che impedisce alla pezza di deformarsi, ai 150 passaggi di assemblaggio, fino alle oltre 20 stirature.

Il sito produttivo si sviluppa su 20.000 metri quadrati dove operano macchinari all’avanguardia progettati per ottimizzare il lavoro sartoriale e per rispettare l’ambiente.

L’occasione per efficientare i processi produttivi è arrivata in Lardini con la decisione di potenziare la produzione realizzando un nuovo stabilimento dedicato al reparto di stabilizzazione e verifica dei tessuti, per meglio rispondere alle necessità di un business in crescita.

La centrale termica preesistente, costituita da un generatore di vapore da 0,90 t/h utilizzato a piena capacità e da un generatore di vapore da 0,65 t/h di riserva, non era più sufficiente.

L’analisi del fabbisogno ha stabilito che fosse necessaria un’ulteriore produzione di vapore di almeno 1 t/h per uso tecnologico. Il nuovo generatore doveva essere caratterizzato da massima affidabilità ed efficienza operativa, garantendo consumi contenuti.

La soluzione più indicata per risolvere queste esigenze è stata individuata in un generatore di vapore Viessmann Vitomax HS, tipo M73, un sistema in grado di erogare in modalità continua da 0,5 a 4 t/h di vapore, capace quindi di coprire l’aumento della produzione richiesta (pari a 1,65 t/h) e migliorando inoltre il titolo del vapore prodotto.

Il sistema garantisce contemporaneamente bassi consumi di energia primaria, in questo caso gas. I generatori Vitomax HS sono macchine a media e alta pressione (da 6 a 25 bar) con caldaia in acciaio a tre giri di fumo estremamente compatta, caratterizzate da un elevato rendimento (fino al 95%) e da una bassa dispersione del calore grazie all’alto isolamento termico. La struttura è progettata per garantire basse tensioni meccaniche.

I generatori di vapore Vitomax HS sono indicati per industrie medio-grandi in vari settori (dal food&beverage all’industria chimica agli ospedali) e permettono una gestione facilitata dell’impianto, essendo controllabili da remoto e, soprattutto, certificati per il funzionamento senza operatore patentato per 72 ore. La manutenzione della macchina è agevolata da aperture e accessi per l’ispezione in tutti i punti fondamentali all’interno della caldaia, diminuendo i costi di esercizio. L’impianto di Lardini è stato realizzato da Idealclima srl di Filottrano di Ancona.

Produrre vapore in modo efficiente, cioè risparmiando energia e riducendo le emissioni inquinanti attraverso un impianto che assicuri la piena sicurezza di esercizio, è un requisito essenziale per uno stabilimento produttivo. La tecnologia dei migliori generatori di vapore prevede dispositivi per il recupero energetico, come recuperatori, economizzatori e scambiatori a condensazione, che permettono di riutilizzare parte dell’energia termica che altrimenti andrebbe dispersa, aumentando il rendimento complessivo dell’impianto.

Per assicurare che l’impianto risponda in modo adeguato alle richieste del cliente, è necessario realizzare un impianto completo “su misura”, dopo aver effettuato una precisa analisi del fabbisogno.

A questo scopo Viessmann mette a disposizione consulenza, una gamma completa di servizi e prodotti in grado di garantire una produzione efficiente e “su misura” di vapore nel tempo, nonché componenti e sistemi coordinati sviluppati individualmente per il cliente da un’unica fonte. Tra i punti di forza del settore industriale Viessmann, accanto all’eccellente qualità dei prodotti che raggiungono i più alti gradi di efficienza, c’è una gamma di servizi a 360 gradi volta a fornire tutto il supporto necessario per garantire il corretto funzionamento dell’impianto e le migliori prestazioni in termini di rendimenti, affidabilità e sostenibilità.

Dalla pianificazione allo sviluppo del progetto, fino alla messa in funzione dell‘impianto e all‘assistenza, i clienti Viessmann beneficiano del know how dei tecnici e della lunga esperienza dell‘azienda, garantendo soluzioni su misura in grado rispondere a qualsiasi esigenza.

Nello specifico, le caldaie a vapore ad alta pressione Vitomax HS soddisfano tutti i requisiti di legge per il rispetto delle emissioni. Il loro rendimento con economizzatore è superiore al 95,5%, anche con un carico del 100%.

In funzione del combustibile utilizzato, Vitomax HS fornisce una potenza fino a 31,5 tonnellate di vapore all’ora. Il generatore è progettato specificamente per le industrie manifatturiere, dove il vapore è richiesto continuamente.

Grazie al suo grande evaporatore con essiccatore di vapore integrato, l’alta qualità del vapore con bassa umidità residua è una caratteristica fondamentale. Può funzionare in modo molto flessibile con olio combustibile leggero o pesante, bio-olio o anche con gas naturale (bio).

Inoltre, le caldaie Vitomax possono già oggi funzionare con il 100% di idrogeno, con apposito bruciatore. Sono quindi già predisposti, appena le infrastrutture saranno disponibili, per lo sfruttamento di un combustibile ecologico, in grado di evitare una grande quantità di emissioni di CO2 dannose per il clima.

L’innovativo alloggio del bruciatore, opzionale nelle caldaie Vitomax, non è in cemento. Questo significa che è raffreddato ad acqua e non richiede usura e manutenzione, eliminando la necessità di sostituzione durante la vita della caldaia. Il raffreddamento ad acqua garantisce una temperatura costante sulla testa del bruciatore – l’irraggiamento dovuto al rivestimento refrattario che causa la formazione di NOx termico viene evitato.

L’alloggio del bruciatore e la camera di inversione dei fumi posteriore di Vitomax HS sono raffreddati ad acqua. Pertanto, l’energia dei gas di scarico viene utilizzata esclusivamente per la produzione di vapore.

La distanza tra i singoli tubi di fumo, così come quella tra i tubi di fumo e l’involucro della caldaia e il tubo di fiamma, sono conformi ai requisiti di legge. La tensione meccanica sulle piastre frontali causate dalla diversa dilatazione lineare nei tubi di fumo e nel tubo di fiamma è quindi estremamente bassa. Questa struttura garantisce una lunga durata di vita.

Per rendere particolarmente facile la manutenzione e l’assistenza, tutte le caldaie Vitomax sono dotate di porte di ispezione e di accesso per effettuare importanti controlli all’interno della caldaia e per semplificare la manutenzione, contribuendo a ridurre i costi di gestione.

I generatori di vapore ad alta pressione Vitomax HS soddisfano tutti i requisiti per una combustione a basse emissioni inquinanti: le emissioni di NOx sono inferiori a 70 ng/Nm³ nel funzionamento a gas e inferiori a 150 mg/Nm³ nel funzionamento a gasolio.

Le caldaie Viessmann per grandi impianti vengono prodotte a Mittenwalde, vicino a Berlino.

ADV
×