Scrivi

I moduli fotovoltaici di Solar Frontier producono sake in Giappone

L'azienda produttrice di moduli ha realizzato un impianto fotovoltaico da 10 kW che fornirà il 20% dell’energia necessaria per alimentare il birrificio giapponese Obata.

ADV
image_pdfimage_print

Solar Frontier ha completato l’installazione dei propri moduli solari CIS a film sottile presso una sede di produzione di sakè sull’isola di Sado, in Giappone, su un edificio che fino a quattro anni fa ospitava una scuola elementare. L’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico sarà utilizzata per produrre la nuova bevanda del birrificio Obata: il sake “Gakko Gura” (“cantina scolastica”).

Il progetto è un’iniziativa congiunta che coinvolge la città di Sado, IR3S (sistema di ricerca integrata per la scienza della sostenibilità dell’università di Tokyo) e Showa Shell Sekiyu K.K. (società madre di Solar Frontier).

I moduli CIS a film sottile di Solar Frontier sono stati scelti per la loro eccellente produzione di energia in condizioni reali. L’isola di Sado può contare su una quantità relativamente bassa di luce solare, e specialmente a queste condizioni i moduli CIS a film sottile di Solar Frontier possono fornire una produzione energetica maggiore rispetto ai concorrenti. Anche il design di colore nero dei pannelli e la loro compatibilità estetica con l’edificio storico in legno della scuola è stato un fattore determinante ai fini della scelta fatta.

L’impianto da 10 kW è installato nella piscina svuotata dell’ex scuola e fornirà il 20% dell’energia necessaria per alimentare il birrificio.

“Quattro anni fa – commenta il presidente del birrificio Obata, Takeshi Hirashima – la scuola elementare di Nishimikawa ha chiuso le proprie porte dopo 136 anni, ma ora è rinata come ‘cantina scolastica’. Speriamo che ora l’edificio divenga un luogo centrale di ritrovo per gli abitanti dell’isola e i visitatori. ‘Gakko Gura’ è prodotta con l’ausilio di una fonte di energia naturale, il sole, che opera in armonia con il riso genuino e l’acqua di sorgente dell’isola che impieghiamo per realizzare uno speciale sakè che simbolizza le ricchezze naturali dell’isola di Sado. Crediamo che questo sakè, prodotto in quella che era una struttura educativa, rispecchi il carattere solare e puro della popolazione locale”.

“Questo progetto – spiega Atsuhiko Hirano, CEO di Solar Frontier –  rispecchia la nostra missione che mira a fornire un contributo per raggiungere una produzione locale per il consumo locale. La visione del birrificio Obata di dare una seconda vita ad una scuola chiusa e di trasformarla in un brand che possa essere diffuso in tutto il mondo, è ammirevole. Questa è un’iniziativa modello per tutti i governi locali, per costituire una società a basso utilizzo di carbone. Noi di Solar Frontier siamo fieri del fatto che i nostri moduli CIS a film sottile che siano stati utilizzati per una tale iniziativa modello”.

ADV
×