Greenpeace lancia una petizione per fermare la pubblicità delle aziende inquinanti.

“Le multinazionali dell’auto, del trasporto aereo e i colossi energetici come Eni e Shell – spiega l’associazione ambientalista – continuano indisturbate a farsi pubblicità, mentre immettono nell’ambiente enormi quantità di CO2, inquinano l’aria e generano un rischio per la nostra salute e per il Pianeta. E pensano di continuare a farlo”.

“Nel 2003 l’Unione Europea, riconoscendo il rischio per la salute, vietò alle aziende del tabacco di farsi pubblicità. Firmando questa petizione Europea, possiamo ottenere lo stesso risultato contro le multinazionali più inquinanti del mondo”, afferma l’associazione.