Nel giugno 2019, il Regno Unito è stato il primo grande paese industriale a tradurre in legge l’impegno ad arrivare a emissioni nette zero.

Anche a livello europeo, la legge sul clima, che dovrebbe essere presentata a marzo, renderà vincolante l’impegno, annunciato con il Green Deal, di raggiungere la climate neutrality entro metà secolo.

Intanto nel mondo cresce la lista degli Stati che puntano a zero emissioni nette (dalla quale manca ancora l’Italia): la Svezia ad esempio ha già adottato una legge con target 2030.

Tantissime poi le città e le regioni nel mondo, oltre alle aziende private, che hanno adottato l’obiettivo di azzerare la CO2.

Nel complesso, stima il think tank ambientalista britannico Energy and Climate Intelligence Unit (ECIU), le economie che si sono impegnate per la neutralità climatica entro il 2050 hanno un Pil di 16.000 miliardi di dollari.

Molto interessante è il Net Zero Tracker, con cui ECIU monitora gli impegni (link in basso). Qui ad esempio la lista dei paesi che hanno preso impegni, vincolanti o non ancora tradotti in legge:Qui una mappa interattiva con i target Stato per Stato:

Queste le regioni e gli Stati che hanno adottato l’obiettivo:

Qui una lista delle più importanti città che si sono poste il traguardo emissioni zero:

E qui le principali aziende: