Case unifamiliari e Superbonus, quando vale la proroga dell’aliquota al 110%?

Il chiarimento dell'Agenzia delle entrate. La detrazione del 110% spetta fino al 30 settembre 2023, a condizione che sia stato completato almeno il 30% dei lavori al 30 settembre 2022.

ADV
image_pdfimage_print

Il Superbonus al 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 30 settembre 2023, a condizione però che alla data del 30 settembre 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell’intervento complessivo.

A disporlo è la legge n. 38/2023 citata da Fisco Oggi (organo ufficiale dell’Agenzia delle entrate), nel rispondere al dubbio di un contribuente, che nella sua lettera alle Entrate sottolineava la confusione generata dall’elevato numero di interventi normativi che nel tempo hanno modificato l’articolo 119 del decreto legge n. 34/2020 (decreto Rilancio).

Per chi, invece, ha avviato i lavori dal 1° gennaio 2023, l’aliquota è scesa al 90%. Questa nuova percentuale, ricordiamo, vale per le spese sostenute fino al prossimo 31 dicembre 2023.

Senza la possibilità di accedere a sconti in fattura e cessioni del credito, sembra poi che ai proprietari delle case unifamiliari rimangano due possibili ma improbabili opzioni: la scelta di interventi di minore efficientamento, col rischio di non riuscire a soddisfare i requisiti energetici previsti dalla norma, e/o la difficile composizione di un puzzle di altri bonus minori.

Ne abbiamo parlato in modo approfondito su QualEnergia.it, si veda: Superbonus 90% per case unifamiliari: perché è quasi inaccessibile?

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti