Siamo abituati a scaldare le nostre case installando una caldaia alimetanta a gas, magari di nuova generazione, efficiente e detraibile fiscalmente.

Ma queste apparecchiature appartengono a un vecchio modo di pensare i consumi domestici e, soprattutto, restano legati all’utilizzo di un combustibile fossile.

La pompa di calore elettrica è una valida alternativa e rientra tra gli interventi agevolati dalle detrazioni fiscali.

Ma cosa differenzia questi due sistemi? I costi, come sostituire la caldaia con la pompa di calore, quali spazi sono richiesti?

A queste domande vuole rispondere la nuova rubrica “Le pompe di calore elettriche per la casa senza gas“, realizzata da QualEnergia.it in collaborazione con l’ingegner Samuele Trento (già relatore di un nostro webinar sul tema).

In ogni video-appuntamento Samuele Trento scioglierà i dubbi legati a questa soluzione impiantistica.

Ne avete altri? Inviateli a: rubriche@qualenergia.it

Di seguito il secondo video, della durata di 8 minuti:  “Che differenza c’è tra una pompa di calore e una caldaia“?

Organizzazione, riprese e montaggio a cura di Giorgia Piantanida