Da detrazione diretta a cessione del credito: cambiare “in corsa”, è possibile?

Il chiarimento dell'Agenzia delle entrate.

ADV
image_pdfimage_print

Chi ha iniziato a beneficiare del bonus ristrutturazioni e dell’ecobonus in forma diretta per spese sostenute negli anni 2020 e 2021, può cambiare idea e scegliere di avvalersi della cessione del credito per le rate residue, ma questa modifica può avvenire una sola volta e in modo irrevocabile.

A chiarirlo è una risposta dell’Agenzia delle entrate che, per risolvere il dubbio di un contribuente, ha ricordato che la scelta di optare per la cessione del credito, in alternativa alla fruizione diretta delle detrazioni (come da articolo 121 del dl n. 34/2020) può essere esercitata anche per le rate residue di detrazioni non ancora usufruite ma, in tal caso, deve riferirsi appunto a tutte le rate restanti ed è irrevocabile.

Il seguente documento è riservato agli abbonati a QualEnergia.it PRO:

Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito a QualEnergia.it PRO

 

Si veda anche: Tutto sul Superbonus 110%, la raccolta di QualEnergia.it

 

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti