Scrivi

Cina, nel 2024 eolico e solare supereranno la potenza delle centrali a carbone

China Electricity Council prevede che Pechino avrà una capacità totale installata di eolico e solare pari a 1.300 GW già entro fine 2024. Un obiettivo raggiunto con sei anni di anticipo.

ADV
image_pdfimage_print

Nel 2020 il presidente cinese Xi Jinping si è impegnato a raggiungere 1.200 GW di potenza elettrica tra solare ed eolico entro il 2030, un traguardo che potrebbe essere raggiunto persino alla fine del 2024.

Infatti, secondo il China Electricity Council (Cec), un’associazione nazionale che riunisce imprese e istituzioni elettriche, la Cina avrà installato circa 1.300 GW di potenza eolica e solare entro i prossimi undici mesi, una quota che supererà quella da carbone.

In termini di potenza solare ed eolico costituiranno il 40% dell’installato complessivo in Cina entro la fine di quest’anno: l’eolico toccherà i 530 GW e il fotovoltaico 780 GW. È previsto che il carbone avrà una potenza del 37% sul parco elettrico del paese (era a quasi il 40% nel 2023).

Il Cec ha anche fatto notare come la capacità da tutte le fonti energetiche elettriche non fossili (compresi nucleare e idroelettrico) sia oggi, per la prima volta, oltre la metà del totale. Ed entro la fine del 2024 questa potenza elettrica low carbon raggiungerà i 1.860 GW, pari al 57% della capacità totale.

Ricordiamo che Pechino si è dato come obiettivo il raggiungimento entro il 2060 dell’80% del suo mix elettrico con fonti non fossili.

Un quadro completo di tutte le fonti aggiornato al 2023 lo fornisce la National Energy Administration (NEA) cinese. Per quanto riguarda la potenza fotovoltaica l’aumento sul cumulativo è stato del 55%, con un totale installato di 609 GW. Per l’eolico l’incremento è risultato di quasi il 21% (per 441 GW totali).

Il geotermoelettrico nel 2023 è cresciuto del 4,1% (1.390 GW installati totali), il nucleare del 2,4% (57 GW) e l’idroelettrico dell’1,8% (oltre 421 GW).

La Iea ha affermato che, nelle attuali condizioni di mercato e con le politiche esistenti, la potenza rinnovabile cinese potrà raggiungere i 7.300 GW entro il 2028: quasi il 60% della nuova capacità rinnovabile aggiunta a livello mondiale a questa data.

La crescita delle fonti a basso contenuto di CO2 accompagnerà l’atteso aumento del consumo di elettricità del Paese: +6% nel 2024 (nel 2023 è stato del +6,7% sul 2022).

Il Cec non ha tuttavia fornito dettagli o previsioni del contributo delle diverse rinnovabili sul consumo di energia elettrica del paese.

Come abbiamo già riportato, gli investimenti in energie rinnovabili in Cina sono aumentati del 40% nel solo 2023, pari a 6,3 trilioni di yuan (890 miliardi di dollari).

Inoltre, secondo un rapporto di BloombergNEF gli investimenti in rinnovabili, veicoli elettrici, sistemi di produzione di idrogeno e l’implementazione di “altre tecnologie green” sono cresciuti del 17% nell’anno appena trascorso, arrivando alla cifra di 1.800 miliardi di dollari.

ADV
×