Storage elettrochimico, quali tecnologie vinceranno la gara?

Litio? Sodio-nichel? E il piombo? Un'analisi che, oltre alle prestazioni tecniche e ai vantaggi e svantaggi applicativi, considera anche il costo attuale e atteso delle varie alternative tecnologiche. Qualche spunto dal nuovo report dell'Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano presentato oggi.

ADV
image_pdfimage_print

Oltre il 90% dei nuovi investimenti in sistemi di accumulo a livello globale sono oggi rivolti alle soluzioni elettrochimiche che, per le loro caratteristiche di scalabilità, sono anche quelle maggiormente adatte al paradigma di generazione distribuita di energia, che sempre più va affermandosi.

Le tecnologie in gioco però sono diverse e, per capire quelle che hanno più possibilità, non basta guardare alle prestazioni tecniche e ai vantaggi e svantaggi di applicazione: bisogna analizzare anche il costo attuale e attesto delle varie soluzioni.

Un’analisi di questo tipo – che ci interessa anche in vista del nostro workshop del 1° dicembre su accumuli e fotovoltaico –  è contenuta nel …

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti