Acque agitate intorno al decreto legislativo 102/2014 che ha recepito la direttiva europea 2012/27/UE sull’efficienza energetica. Il decreto ha introdotto l’obbligo di installare entro il 31 dicembre 2016 sistemi di contabilizzazione e termoregolazione dei consumi individuali per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria nei condomini con impianto centralizzato di riscaldamento e prevede il calcolo del riparto delle spese attraverso i criteri stabiliti dalla norma UNI10200:2013.

Ed è proprio sulla proposta di eliminare ogni riferimento alla UNI10200, approvata negli scorsi mesi dalla Commissione Tecnica del Senato, che gli operatori del settore si stanno dividendo su fronti opposti.

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
QualEnergia PRO