Dal primo gennaio 2016 è partita la procedura semplificata per installare pannelli fotovoltaici sui tetti degli edifici. Lo scorso maggio, presentando il decreto di semplificazione, il Ministero dello Sviluppo Economico aveva dichiarato che il nuovo Modello Unico avrebbe consentito di realizzare e connettere alla rete un impianto “in due soli click”. Perché sarebbero bastate due Comunicazioni telematiche (inizio e fine lavori) per mettersi al riparo dalla burocrazia. La realtà, però, è molto diversa, stando ad alcune segnalazioni pervenute a QualEnergia.it da operatori del settore.

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
QualEnergia PRO