Rinnovo vertici GSE. Legambiente e Kyoto Club: “Si premino competenze su rinnovabili”

  • 5 Giugno 2012

Bene uscire da una logica di indicazioni da parte della politica per i vertici delle aziende che controlla, ma Legambiente e Kyoto Club in una nota chiedono che siano premiate le competenze e che venga presa in esame un esperto di energie rinnovabili.

ADV
image_pdfimage_print

“Apprezziamo senz’altro che il Governo, anche attraverso una procedura inconsueta come quella di rivolgersi a un’agenzia di ‘cacciatori di teste’, voglia uscire da una logica di indicazioni da parte della politica per i vertici delle aziende che controlla, ma vorremmo che fossero premiate le competenze adeguate”.

Con queste parole Legambiente e Kyoto Club sono intervenuti ieri sul rinnovo dei vertici del Gse: “Dalle indiscrezioni che circolano in questi giorni, per quei ruoli sembra che non venga preso in esame nessun esperto di energie rinnovabili. Un assurdo per un’azienda il cui core business, se non il compito esclusivo, è quello di gestire gli incentivi dedicati alle fonti che, a oggi, si aggirano intorno ai 9 miliardi di euro l’anno. Nel rinnovare i vertici di un’azienda, semplice buon senso vorrebbe che si procedesse all’analisi dell’andamento della stessa e alla riconferma del vertice in caso di giudizio positivo. Altrimenti si dovrebbero cercare – nell’accademia o tra i manager d’azienda – coloro che sulle rinnovabili hanno competenze, idee e visione. Ce ne sono parecchi e sono anche bravi. Assai strano e, appunto, incomprensibile sarebbe il contrario”.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti