Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Illuminazione nelle zone rurali, sonnen presenta Liter of Light agli studenti universitari

Sonnen racconta agli studenti la collaborazione con l'Ong Liter of Light, volta all'installazione di punti luce per l'illuminazione nelle zone rurali in cui non c'è accesso all'energia elettrica.

Il progetto di Corporate Social Responsability intrapreso da sonnen, al fianco della ONG Liter of Light, di cui abbiamo già parlato su queste pagine, approda nelle aule universitarie.

Vincenzo Ferreri, General Country Manager di sonnen e Ambassador per l'Italia dell progetto, è stato infatti invitato dalla Bologna Business School a presentare agli studenti del Global MBA in Green Energy and Sustainable Businesses il progetto che prevede l'installazione di punti luce per l'illuminazione pubblica e privata nelle zone rurali di tutto il mondo.

Il progetto

"Liter of Light", lo ricordiamo, si pone l'ambizioso obiettivo di creare nei paesi completamente privi di energia elettrica un sistema di illuminazione ecosostenibile in cui bottiglie di plastica piene di acqua e candeggina riescono a riprodurre la luce solare, trasformandosi in vere e proprie fonti di illuminazione per paesi e baracche altrimenti avvolte dall'oscurità. Al pannello solare viene abbinata una batteria, offerta da sonnen, in grado di immagazzinare la luce del sole durante il giorno, pronta a restituirla nelle ore notturne.

Ad una platea di studenti provenienti da tutto il mondo, Ferreri ha delineato la genesi e gli obiettivi del progetto, facendo leva sul suo valore aggiunto: coinvolgere direttamente le popolazioni locali nella realizzazione del sistema di illuminazione, mettendole concretamente all'opera e offrendo loro formazione tecnica e supporto nell'avvio di attività commerciali nel campo.