Scrivi

Sonnen, i mercati B2C e B2B per gli accumuli e le strategie 2024

Nel corso della conferenza del 18 dicembre a Bergamo, sonnen ha fatto il punto sulle attività del 2023 e fornito alcune anticipazioni per il prossimo anno.

ADV
image_pdfimage_print

La fine del Superbonus 110% e la cancellazione del meccanismo della cessione del credito hanno lasciato un segno in un mercato già caratterizzato da continue fluttuazioni.

Tutti fattori che hanno tutavia offerto ai principali attori del mercato l’occasione per ripensare alle proprie strategie, adattandole al nuovo scenario.

È anche il caso di sonnen che, durante l’incontro con la stampa di lunedì 18 dicembre organizzato presso il Polo Ricettivo “Life Source” di Bergamo, ha condiviso una retrospettiva sulle attività che hanno caratterizzato il 2023 e svelato anticipazioni sulle prospettive 2024.

Un mercato in trasformazione

“Il Superbonus ci lascia un’eredità positiva – ha spiegato Fabio Ottavi, General Manager di sonnen Italia e sonnen eServices Italia – una maggiore sensibilità da parte del cliente finale sul tema dell’efficientamento energetico e una maggiore attenzione per soluzioni energetiche integrate come fotovoltaico e sistema di accumulo per un risparmio sui costi della bolletta, grazie all’uso di energia rinnovabile.”

“Per questo, la nostra attenzione si è concentrata, nel corso dell’anno, verso una vendita di tipo consulenziale, con focus sul valore delle nostre soluzioni e sulla qualità del nostro servizio. In un mercato che ha visto l’ingresso di nuovi player, per lo più provenienti dall’Asia, e il riaccendersi di nuove guerre di prezzo, abbiamo preferito rispondere con il valore della nostra offerta. Una scelta che ci ha premiato consentendoci di chiudere l’anno con risultati positivi e di guardare con ottimismo al 2024”.

Per il canale B2C, l’attenzione dell’azienda si è rivolta verso tutti gli edifici unifamiliari, per i quali erano stati già siglato contratti con sconto fattura al 50% e strutture condominiali con CILAS già presentata.

Per il canale B2B, è stata data la possibilità di utilizzare la cessione dei crediti come modalità di pagamento. Una strategia che ha permesso a sonnen di ribilanciare il proprio modello di business. Infatti, nel 2022, l’80% delle vendite erano rivolte al canale B2C; poi nel 2023 si è creato un maggior equilibrio tra i due canali: B2C (50%) e B2B (50%)

I nuovi obiettivi e le comunità energetiche

“Il 2024 sarà all’insegna della diversificazione – ha continuato Ottavi e a fine febbraio, in occasione della Fiera KEY di Rimini, presenteremo un nuovo prodotto dedicato al C&I, per rispondere sempre meglio alle diverse esigenze anche di questo segmento, rafforzando l’importante collaborazione con figure professionali strategiche per il settore.

Un ruolo centrale sarà, infatti, rivestito da sonnen Professional. Un progetto dedicato ad architetti e progettisti, interlocutori chiave di un mercato che richiede figure professionali con competenze sempre più specifiche e in grado di rispondere, in maniera efficace, alle richieste di un cliente sempre più attento e informato sui temi dell’efficienza energetica e delle rinnovabili.

“Desideriamo instaurare con queste figure una partnership strategica – ha sottolineato Ottavi – attraverso un programma di consulenza e formazione che possa metterli nelle condizioni di soddisfare al meglio le esigenze del cliente e valorizzare, al tempo stesso, le proprie competenze professionali”.

Per illustrare i dettagli della strategia Marco Rozzi, Technical Sales Engineer di sonnen Italia, ha spiegato che “con il progetto sonnen Professional ci rivolgiamo a studi di architettura, studi di progettazione e consulenti per l’efficientamento energetico; un network di professionisti con i quali desideriamo avviare un rapporto di reciproca collaborazione per presentare al cliente una proposta di valore e un servizio di qualità”

“Si tratta di un programma di consulenza e formazione a tutto tondo, per la realizzazione di concept progettuali innovativi in grado di combinare massima efficienza e sostenibilità. Ma c’è di più. Per tutti i professionisti del network il programma prevede tool di progettazione dedicati e il supporto di una rete capillare di installatori partner e centri assistenza tecnica, CAT presenti su tutto il territorio nazionale”, ha detto Rozzi.

Altre importanti novità 2024 saranno le comunità energetiche, anche a seguito delle recenti evoluzioni normative.

“Su questo fronte – ha ricordato Ottavi – sonnen è attiva da tempo con il progetto UVAM, Unità Virtuali Aggregate Miste, gestito in collaborazione con EGO, per l’integrazione dei sistemi di accumulo intelligenti sonnenBatterie per la fornitura di servizi di stabilizzazione alla rete elettrica nazionale. Del resto, l’idea della condivisione di energia pulita è alla base della vision di sonnen e nel Dna della nostra sonnenCommunity”.

Un elemento chiave per le prospettive di crescita 2024 è costituito anche dai progetti sviluppati in sinergia con Shell. Tra questi, il progetto “Basilicata leader nella transizione energetica”, presentato a conclusione dell’incontro del 18 dicembre da Luca Corbetta, Responsabile Tecnico e Operation Manager sonnen Italia.

Il progetto prevede la realizzazione di soluzioni integrate per l’indipendenza energetica su edifici comunali in 35 comuni della Basilicata.

Le soluzioni includono: impianto fotovoltaico (max 20 kWp ciascuno), sistema di accumulo sonnenBatterie (da 33 o 66 kWh) e sistemi di ricarica per veicoli elettrici da 22 kWh trifase da installare in loco.

“Un progetto ambizioso – ha concluso Corbetta – se si considera che in 30 anni ciascun Comune potrà risparmiare circa 800.000 euro ed eviterà l’emissione in atmosfera di 1.100.000 kg di CO2, pari alla quantità assorbita da ca. 37.000 alberi”.

ADV
×