Per consentire la partecipazione all’asta e l’aggiudicazione degli incentivi per gli impianti alimentati da energie rinnovabili, condizione necessaria per poter dare avvio ai lavori, la Regione Puglia ha ritenuto opportuno integrare la vigente disciplina regionale stabilendo che il termine di inizio lavori può essere ulteriormente prorogato una sola volta per due anni qualora l’impianto non […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.