Energia e innovazione tecnologica: in Italia tante start-up ma ancora pochi brevetti

PRO
CATEGORIE:

Dopo la pandemia sono aumentate le start-up nel settore energetico e sono cresciuti del 2,6% i brevetti richiesti. Fotovoltaico, eolico e accumuli le tecnologie protagoniste.

ADV
image_pdfimage_print

Dopo la pandemia è cresciuta l‘importanza del settore energetico nell’attività brevettuale in Italia e anche nei comparti in cui investono le nuove start-up. Alle sole start up energetiche sul territorio nazionale è associabile un impatto economico tra i 255 milioni di euro e i circa 900 milioni di euro, un valore che presenta una forte […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti