Implicazioni e problematiche di una “Società a 2000 watt”

PRO
CATEGORIE:

Con il referendum in Svizzera i cittadini hanno votato a favore di una riduzione del flusso di energia primaria da 6000 a 2000 watt pro capite. Ma per ridurre gli impatti dell'uso d'energia non bastano rinnovabili ed efficienza, serve una riduzione del flusso di prodotti e di servizi che oggi ci sembrano indispensabili.

ADV
image_pdfimage_print

Leggi la versione digitale dell’articolo sulla rivista QualEnergia Il 21 maggio, il 58% dei votanti svizzeri ha scelto il “sì” nel referendum sulla Legge sull’energia 2016, che mira a ridurre del 43% l’uso di energia finale entro il 2035, l’uso di combustibili fossili, ad aumentare fortemente l’uso di energie rinnovabili e a dismettere i cinque […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti