La geotermia in Italia può coprire il 10% del mix elettrico

PRO
CATEGORIE:

Basterebbe valorizzare solo il 2% del potenziale. Sui consumi termici, invece, con le pompe di calore geotermiche si può arrivare al 25%. I nodi da sciogliere secondo lo studio Teha presentato nel corso dell’evento della Rete Geotermica.

ADV
image_pdfimage_print

La geotermia cerca spazio nel mix energetico nazionale forte di un potenziale che potrebbe contribuire fortemente alla decarbonizzazione degli usi finali. A sostenerlo è uno studio di The European House – Ambrosetti (Teha) condotto per Rete Geotermica e presentato ieri (16 aprile) a Roma nel corso di un evento. Ipotizzando che l’Italia riesca a valorizzare […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×