Efficienza energetica in Italia, tante competenze ma pochi progetti

  • 26 Settembre 2016

CATEGORIE:

Milano, 4 Ottobre 2016

ADV
image_pdfimage_print

Il mercato nazionale dell’efficienza energetica vive una serie di paradossi che ne limitano lo sviluppo potenziale: nonostante sia al centro delle politiche energetiche europee e nazionali, nella pratica è spesso poco supportata se non addirittura osteggiata.

Il settore, inoltre, ha risorse a diposizione molto limitate, spesso usate poco e male, ad esempio i 900 milioni di € del Conto Termico, o ancora bloccate, come i 70 milioni di €/anno del Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica.

Nonostante le chiare difficoltà, il settore è talvolta stimato in crescita. In realtà, a fronte di un mercato “tradizionale” trainato dalla necessità di rinnovare tecnologie ormai obsolete, certamente in crescita, esiste un mercato “emergente”, dove il driver degli investimenti è il vero e proprio risparmio energetico, caratterizzato da fatturati e margini in netto calo rispetto agli anni passati.

Il risultato di tali paradossi è un mercato con elevate competenze ma con un numero sempre più contenuto di progetti di qualità e quindi con sempre meno investimenti.

Il III Workshop CESEF (Centro Studi sull’Economia e il Management dell’Efficienza Energetica), grazie a tre tavole rotonde e alla presentazione di casi ed esperienze, vuole fornire a tutti gli attori (imprese, soggetti finanziatori, istituzioni e clienti finali) gli strumenti per il rilancio del settore.

Durante il Workshop verranno illustrati i risultati dello Studio CESEF 2016 e consegnati i CESEF Energy Efficiency Awards. 

Per informazioni: Efficienza energetica in Italia, tante competenze ma pochi progetti

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti