Sette Stati europei decarbonizzeranno il mix elettrico entro il 2035

CATEGORIE:

L'impegno di Austria, Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svizzera, che pesano per quasi metà della produzione elettrica europea.

ADV
image_pdfimage_print

Sette Stati europei si sono impegnati alla decarbonizzazione totale dei loro sistemi elettrici entro il 2035.

Sono Austria, Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svizzera, che ieri, 18 dicembre, hanno firmato una dichiarazione nell’ambito del Pentalateral Energy Forum (si veda in basso la nota del governo olandese, che ha la presidenza di turno del Forum).

La produzione di elettricità dei sette Paesi rappresenta quasi la metà di quella Ue, di conseguenza, “la rapida decarbonizzazione dei nostri sistemi elettrici ridurrà significativamente le emissioni di CO2 europee”, ha dichiarato il ministro olandese Rob Jetten, sottolineando che gli Stati aderenti al Forum “hanno un sistema elettrico fortemente interconnesso e possono beneficiare del potenziale offshore in alcune aree e dello storage in altre”.

La collaborazione, si legge nella nota, contribuirà a rendere più fattibile la decarbonizzazione dei sistemi elettrici nazionali, soprattutto grazie alla possibilità di una pianificazione congiunta delle infrastrutture e alle conseguenti efficienze in termini di costi e condivisione delle conoscenze.

Le sfide principali non sono solo garantire una produzione sufficiente di elettricità decarbonizzata, ma anche garantire il trasporto e il commercio regolare di elettricità in tutta la regione e disporre di uno stoccaggio energetico sufficiente, prosegue il comunicato.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti