Nella Provincia autonoma di Trento saranno assegnati contributi alle famiglie per l’installazione di impianti fotovoltaici.

I contributi saranno erogati dal Consorzio Bacini Imbriferi Montani (BIM) dell’Adige, che ha annunciato la prossima pubblicazione del bando attuativo sul suo sito (link in basso).

La misura si rivolge ai residenti della Provincia di Trento che hanno un immobile in uno dei 105 Comuni consorziati al BIM Adige.

Durante la presentazione del bando alla comunità è stato annunciato che i contributi saranno destinati a impianti residenziali, esclusi i condomini,  dotati di un sistema di accumulo.

Il contributo del consorzio BIM previsto è di 2.500 euro, al quale sarà aggiunta la riduzione del 50% di detrazione fiscale, che dovrebbe portare a un esborso medio per famiglia di circa 5-6mila euro, , cifra sulla quale, è stato detto, le Casse rurali dovrebbero intervenire con un prodotto ad hoc.

In totale sarà stanziato 1 milione di euro per finanziare 400 domande (un numero superiore verrà accettato con riserva in attesa di ulteriori fondi).

Dal punto di vista burocratico il richiedente necessiterà delle credenziali Spid e autocertificazioni, mentre per collocare il fotovoltaico sul tetto dell’edificio basterà una comunicazione al Comune.

Le domande dovranno essere presentate entro il 30 novembre 2022 e i lavori dovranno essere terminati entro 12 mesi.

Per maggiori dettagli si rimanda al bando attuativo che sarà pubblicato a breve.