La Regione Lombardia invita i soggetti pubblici a presentare proposte di investimento di Smart Mobility, per selezionare i soggetti che potranno accedere al successivo bando di finanziamento.

L’avviso (allegato in basso) è rivolto alle seguenti categorie di soggetti pubblici del territorio lombardo:

  • Comuni, Unioni di Comuni e Consorzi di Comuni (con più di 15mila abitanti), Comunità Montane, Province, Città metropolitana
  • Agenzie per il trasporto pubblico
  • Consorzi pubblici e Società pubbliche – anche in house – per il trasporto e la mobilità
  • Università e istituti di istruzione universitaria pubblici, enti e istituzioni di ricerca pubblici

Gli interessati possono rispondere singolarmente o in forma aggregata; in quest’ultimo caso, dovrà essere individuato un soggetto capofila.

La manifestazione di interesse non prevede finanziamenti, ma la selezione dei soggetti pubblici ammessi garantirà l’accesso al successivo bando di finanziamento, con dotazione finanziaria complessiva di 25 milioni di euro.

Il bando permetterà di ricevere un finanziamento del 100% delle spese di investimento, destinate ad accrescere il patrimonio pubblico, di un numero massimo indicativo di 5 progetti su 5 aree di intervento.

Gli investimenti dovranno essere orientati verso la smart mobility, per esempio, l’installazione di:

  • soluzioni digitali per la mappatura e il controllo dei flussi di mobilità individuali e/o collettivi, inclusi sosta e parcheggio, al fine di programmare più efficacemente le reti e i servizi di trasporto, orientare i comportamenti degli utenti verso modalità di trasporto più sostenibili, definire politiche di mobilità basate sull’evidenza dei dati
  • sistemi AVL/AVM, che consentono di conoscere costantemente la posizione dei mezzi, per la migliore gestione degli spostamenti scolastici e lavorativi, turistici, commerciali e di soccorso
  • Intelligent Transport System (ITS) per il controllo semaforico
  • sensori intelligenti (IoT) e infrastrutture di connessione a elevate prestazioni per comunicazioni real-time V2X, per l’aumento della sicurezza degli spostamenti o per l’applicazione di soluzioni MaaS (Mobility as a Service)
  • sistemi di infomobilità per migliorare la fruibilità degli spostamenti, in particolare di quelli intermodali e intramodali
  • dispositivi di mobile payment sui mezzi di trasporto.

Le spese candidate al finanziamento, previsto nel bando successivo, dovranno riguardare:

  • costruzione, demolizione, ristrutturazione, recupero e manutenzione straordinaria di opere e impianti
  • acquisto di impianti, macchinari, attrezzature tecnico-scientifiche, mezzi di trasporto e altri beni mobili a utilizzo pluriennale
  • oneri per beni immateriali a utilizzo pluriennale.

I progetti dovranno essere avviati nel 2023 e realizzati entro il 30 giugno 2024.

Gli interessati possono risponde all’Avviso dal 19 settembre al 19 ottobre 2022 (ore 16).